BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Maturità 2015: seconda prova diretta, tracce, aggiornamenti in tempo reale e uscita soluzioni appena disponibili

Come affrontare la prima prova di italiano degli esami di Maturità 2015: si comincia domani 17 giugno. Cosa sapere e consigli svolgimento




AGGIORNAMENTO Giovedì 18 Giugno è l'ora della seconda prova della Maturità 2015. La seconda giornata d'esame prevede una prova diversa per ogni istituto. Potete seguire la nostra diretta live dalle 7.30 in cui pubblicheremo le tracce e appena possibile le soluzioni al maggior numero di indirizzi.

Domani, mercoledì 17 giugno, si parte con gli esami di Maturità 2015 e l’appuntamento sarà con la prima prova di italiano, comune per tutti gli studenti di Italia. La prima prova scritta mira a verificare la conoscenza e l’utilizzo corretto e appropriato della lingua italiana. Il candidato può scegliere tra diverse tracce e diverse tipologie di sviluppo degli argomenti. Si parte dall’analisi del testo letterario, in prosa o in poesia, per arrivare allo sviluppo di un saggio breve o alla stesura di un articolo di giornale, o del classico tema, tra cui si potrà scegliere un ambito specifico, tra quelli storico-politico, socio-economico, artistico-letterario, tecnico-scientifico.

Nell’analisi del testo, la traccia d’esame propone al candidato alcune nozioni che inquadrano l’ autore nel suo contesto storico e sociale, oltre alle informazioni di tipo bibliografico. L’ analisi del testo è fondamentale per un buon risultato della prova e, insieme a seguire le indicazioni della traccia, è bene sfruttare le conoscenze e le metodologie acquisite nel corso dell’anno scolastico. Per il saggio breve, è bene che il candidato sappia che con questa tipologia di prova, il candidato deve affrontare in maniera critica una questione o un evento, prima con un’introduzione completa dell’ argomento e poi elaborando una tesi completa e pertinente.

Il saggio breve può essere divulgativo o specialistico: il saggio divulgativo si propone di diffondere informazioni tra un ampio pubblico e riporta solitamente un titolo ad effetto che ne sintetizza il contenuto. Per stilarlo è necessario utilizzare un lessico semplice e comprensibile a tutti con uno stile informale e personale e può contenere domande retoriche. Il saggio specialistico, invece, si rivolge ad un pubblico specializzato su riviste di nicchia e utilizza uno stile sintetico e rigoroso. A differenza dell’altra tipologia, utilizza un lessico specifico riguardante il settore analizzato, adatto ad un pubblico di cultura elevata.

Per quanto riguarda il tema storico, lo studente dovrà approfondire, analizzare e contestualizzare un argomento di carattere storico inerente al programma scolastico svolto nell’ultimo anno di studi, mentre per il tema di attualità è bene innanzitutto leggere la traccia attentamente in modo da svilupparla in maniera corretta senza digressioni inutili.

Per quanto riguarda possibili autori e possibili tracce di domani, tra gli autori più gettonati per l’analisi del testo, Leopardi, Alessandro Manzoni, Pirandello, Umberto Saba, Italo Calvino, ma anche Ugo Foscolo.  Per il saggio breve o l’articolo di giornale, la traccia scientifica potrebbe essere un omaggio alla missione di Samantha Cristoforetti, o al pericolo di epidemie come Ebola; le tracce di attualità potrebbero, invece, riguardare la crisi economica e il caso della Grecia, l’Expo e il tema dell'alimentazione, dramma dell’immigrazione, o terrorismo e Isis; mentre tra i temi storici spiccano il centenario della Prima Guerra Mondiale, i dieci anni dalla morte di Giovanni Paolo II, ma anche i 70 anni dalle bombe su Hiroshima e Nagasaki e la questione del nuclear.   

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il