BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Maturità 2015: matematica scientifico, PNI, informatica diretta soluzioni, testo svolto risposte problemi, risultati diretta

Da domani, mercoledì 17 giugno, inizieranno per gli studenti italiani gli esami di Maturità 2015. Si parte con la prima prova di italiano e giovedì seconda prova. Cosa sapere




Da domani, mercoledì 17 giugno, inizieranno per gli studenti italiani gli esami di Maturità 2015. Si parte con la prima prova di italiano, comune a tutti gli indirizzi e per tutti gli studenti. La prova può essere affrontata scegliendo tra diverse tipologie di svolgimento, dall'analisi del testo letterario, al saggio breve, all'articolo di giornale, al classico tema storico o di attualità. E sul nostro sito domani mattina, nel pieno rispetto di legalità e regole, forniremo aggiornamenti in tempo reale rendendo note le tracce uscite che si potranno conoscere anche su siti come orizzontescuola.it, skuola.net, studenti.it, scuolazoo.com.

Al momento, dopo giorni di indiscrezioni, per l’analisi del testo letterario, tra gli autori favoriti spiccano Leopardi, Pirandello, Dante, Pasolini, Ungaretti, Svevo, Umberto Saba.Tra gli altri temi storici, il centenario dall'entrata in guerra dell'Italia nel primo conflitto mondiale, ll’anniversario dei 70 anni della Liberazione dal nazi-fascismo, ma anche i dieci anni della morte di Papa Giovanni Paolo II; mentre tra i temi di attualità, si parla di immigrazione, Expo, e Isis, ma anche crisi economica.  

Molti studenti, come emerso da alcuni sondaggi, sceglieranno il saggio breve, preferendolo all’analisi di un testo letterario o alla stesura di un articolo di giornale. E per affrontarlo dovranno, innanzitutto, sostenere esplicitamente una tesi, portando prove ed argomentazioni a sostegno della propria idea. Si parte dai documenti, per cui è necessario leggerli e studiarli con molta attenzione prima di iniziare a scrivere.

Bisogna poi combinare le fonti a disposizione e le proprie conoscenze e considerare i diversi punti di vista che si ricavano dai documenti, valutando se sono in accordo o meno con la tesi che si vuole sostenere e argomentare. Anche stile e linguaggio devono obbedire a criteri di professionalità ed oggettività, considerando che il saggio si rivolge ad un pubblico selezionato di lettori, mentre la struttura deve essere ben divisa tra introduzione, corpo del testo, e conclusione. E’ sempre consigliabile poi rileggere tutto una volta completata la prova.

Giovedì 18 sarà invece la volta della seconda prova della Maturità, specifica per ogni indirizzo scolastico. Gli studenti del Liceo Classico dovranno affrontare la versione di latino e secondo il 37% degli studenti, quest'anno potrebbe uscire una versione di Tacito. Altri ritengono che possa invece uscire Seneca, anche se sembra difficile visto che è l’ultima volta che è uscito è stato nel 2011 con ‘Il vero bene è la virtù’; seguito da Cicerone e Quintiliano.

Prova di matematica, invece, al Liceo Scientifico, che prevederà problemi trigonometrici e geometrici (durante la prova bisognerà sceglierne uno) e cinque quesiti di matematica che toccheranno funzioni, massimi e minimi, calcolo di aree e volumi con gli integrali e il calcolo di limiti. Sarà consentito l’uso della calcolatrice ma il consiglio è sempre quello di esercitarsi con gli esercizi usciti per gli esami di maturità degli anni passati. Gli studenti del Liceo Linguistico non potranno più scegliere la lingua per la seconda prova ma sarà il Miur a decidere e dovranno affrontare la lingua straniera 1.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il