BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma; Renzi ammette situazione difficile seppure una svolta potrebbe passare dalla riforma pensioni

L’Italia affronta il suo momento più duro e per il premier Renzi potrebbe esserel’occcasione giusta per svolte importanti: novità e ultime notizie




L’Italia sta affrontando il suo momento più difficile, ad ammetterlo è stato lo stesso premier Renzi che ha dichiarato che “È il momento più difficile della legislatura, da brividi” e probabilmente questa difficoltà potrebbe rappresentare la svolta per il governo e la definizione del futuro dell’Italia. Tante, tantissime le cose in ballo ma ancora ferme: tra le novità e ultime notizie, i problemi persistenti sull’iter di approvazione della riforma della Scuola, così come della riforma della P.A., senza considerare i gravi problemi di questi giorni a causa dell’immigrazione, di Mafia Capitale, che ha coinvolto fortemente il Pd, e il blocco, dopo mesi e mesi di discussioni e annunci, di eventuali interventi all’attuale legge pensionistica.

Questo però potrebbe essere il momento di prendere decisioni, esattamente come fatto dallo stesso premier Renzi quando ha dato il via al bonus degli 80 euro, misura fortemente voluta e per questo diventata realtà. Stesso discorso verificatosi per la riforma dei contratti, novità necessarie per il rilancio del lavoro e per cercare di arginare un precariato dilagante in Italia ed effettivamente gli ultimi dati sulle assunzioni a tempo indeterminato, vertiginosamente salite in questi ultimi mesi, stanno dimostrando come quanto deciso da Renzi stia funzionando. In entrambe i casi si è trattato di dare agli italiani un segnale dei fatto che il governo lavora per loro ed ora lo sguardo deve essere volto alla riforma pensioni.

In questo caso, Renzi potrebbe far valere le sue intenzioni in maniera forte e chiara, sostenuto dalla sua ‘squadra’, ed anche senza compromessi con alti partiti e minoranza Pd, visto che ha già definito quel decreto previdenza e interventi anche negativi su bay pensioni, pensioni di invalidità cumulo, reversibilità e ricalcolo contributivo, che sembrano ormai di certa approvazione, considerando che sarebbero i primi passi necessari da compiere per procedere ad ulteriori modifiche pensionistiche grazie alle nuove risorse che garantirebbero.

Si tratterebbe, infatti, degli univi interventi pensionistici al momento fattibili, sostenuti anche da presidente dell’Inps Boeri, dal commissario per la spending review Gutgeld e dall’ex commissario Cottarelli, ed è probabile che, così come fatto per lavoro e riforma elettorale, Renzi vada avanti per la sua strada da solo anche sulle pensioni in questo senso. Di certo c’è che la strada che il premier può ancora percorrere è bella lunga, nonostante si dica (in parte confermato dagli ultimi esiti elettorali regionali e comunali) che stia perdendo consensi. L’importante sarà agire in maniera pratica e concreta per dimostrare gli italiani che si può lavorare, e lavorare bene.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il