BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, anzianità, uomini riforma Governo Renzi scuola e pubblica amministrazione con interventi all'interno

Dalla riforma pensioni a quella della pubblica amministrazione passando per quella della scuola: sono tanti le questioni nell'agenda del governo.




La riforma pensioni si trova in una situazione di stallo. Come confermano novità e ultime notizie, si resta in attesa le piano di cambiamenti elaboratore dal presidente dell'Inps Tito Boeri per capire quale direzione sarà intrapresa. Anche sul versante pubblico, i temi della staffetta generazionale e dell'introduzione del part time per i lavoratori più anziani, nell'ambito della riforma della pubblica amministrazione, attendono una nuova spinta.

Il dibattito sulla riforma pensioni va inquadrato nel più ampio contesto delle politiche del governo Renzi e dei delicati rapporti sia all'interno della maggioranza e sia con le opposizioni. Dopo mesi di dibattito sui punti principali della Buona Scuola, il piano dell'esecutivo per la riforma dell'istruzione ha avuto a maggio il via libera della Camera e al Senato è entrata nel vivo la discussione sul testo. Diversi però i punti sui quali si è discusso: dalla figura del preside-manager, anche se non dovrà più elaborare da solo l'offerta formativa, al 5x1000 per le scuole, che è stato stralciato dalla riforma, al buono scuola anche per gli istituti paritari.

In ballo ci sono anche i cosiddetti quota 96, rispetto ai quali alcuni emendamenti a firma del Movimento 5 Stelle e di Sinistra Ecologia e Libertà prevedono la chiusura della vicenda. Si tratta di quei lavoratori che, nonostante il compimento di 61 anni d'età e il raggiungimento di 35 anni di contributi previsti dalla normativa di riferimento, non sono andati in pensione a causa dell'introduzione delle norme contenute nelle attuali leggi sulla previdenza italiana, che non hanno tenuto conto della peculiarità del calendario scolastico. Strettamente collegato è anche il capitolo assuznioni: circa 100.000 insegnanti precari avranno finalmente il posto fisso, ma la stabilizzazione non riguardaà gli iscritti alle graduatorie di istituto né gli insegnanti delle scuole dell'infanzia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il