BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2015 precompilato, ordinario, Certificazione Unica: problemi operativi eppure la proroga appare ufficiale o quasi

Nonostante il pressing di Centri di assistenza fiscale e professionisti abilitati non è ancora arrivata la proroga sul 730 2015.




C'è ancora il rebus della proroga dei tempi di trasmissione del modello 730 2015, precompilato e ordinario. La scadenza attuale è quella del 7 luglio, ma Centri di assistenza fiscale e professionisti abilitati hanno chiesto una proroga all'Agenzia delle Entrate per via del ritardo con cui è stata messa a disposizione la dichiarazione precompilata. In buona sostanza l'avvio dei lavori è avvenuto con un mese di ritardo rispetto allo scorso anno con la conseguente difficoltà a smaltire la mole di lavoro. E da quest'anno in caso di errori non è il contribuente a rispondere bensì l'intermediario a cui si è eventualmente rivolto.

L'Agenzia delle Entrate permette ora di correggere la dichiarazione già spedita senza la necessità di inviare una integrazione purché, però, lo si faccia una sola volta ed entro il 29 giugno. La procedura passa dall’accesso nell’area personale sul sito dell’Agenzia delle Entrate utilizzando le proprie credenziali, ma come metterla con i tanti contribuenti che non hanno dimestichezza con queste procedure informatiche? E soprattutto, come gestire gli errori contenuti nelle Certificazioni uniche comunicate dal sostituto d’imposta?

Il giorno prima, il 6 luglio, va in scadenza il versamento delle imposte attraverso il modello Unico, ma solo per i contribuenti soggetti agli studi di settore, quelli in regime dei minimi e quelli con il nuovo regime forfettario introdotto con l'ultima legge di stabilità. Per tutti gli altri siamo già oltre la scadenza fissata del 16 giugno e solo pagando la maggiorazione dello 0,4% è concesso un supplemento tempo fino al 16 luglio. Infine, fino al 30 giugno è possibile mettersi in regola con la prima rata di Imu e Tasi 2015 pagando una sanzione pari allo 0,2% per ogni giorno di ritardo, oltre agli interessi al tasso legale dello 0,5% annuo. Se il pagamento viene eseguito dal primo al 16 luglio, l’importo supplementare sale al 3%, oltre agli interessi legali.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il