BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie riforma: non c'è stato nessun passo avanti o vittoria nell'incontro Poletti e sindcati

Nulla di fatto dopo l’incontro tra ministro del Lavoro Poletti e sindacati sulle pensioni ma annunciati tavoli periodici: le novità e ultimi notizie




Qualche giorno fa, dopo le novità e ultime notizie delle dichiarazioni del presidente dell’Inps, Tito Boeri, in Commissione Lavoro, che ha rimandato interventi sull’attuale legge pensionistica alla Manovra Finanziaria; dopo le posizioni confermate di Ue e altri autorevoli organismi come Ocse, Fmi e Bce, con il presidente Mario Draghi che si è detto contrario a modifiche pensionistiche in Italia; dopo l’annuncio del ministro dell’Economia Padoan pronto a rivedere i il Def in seguito alla sentenza sui risarcimenti ai pensionati; e con i conti italiani che continuano a peggiorare, era già prevedibile che l’incontro di lunedì scorso tra il ministro del Lavoro Poletti e i sindacati dovesse risolversi con un nulla di fatto.

Nonostante, infatti, alcuni siti riportino che si è trattato di un incontro importante, più che per i contenuti, per l’intenzione dichiarata di convocazioni di tavoli periodici ogni mese, in cui si dovrebbe discutere di temi sociali, non è stato un tavolo ‘vittorioso’, perché non si è parlato di possibilità di uscite con quota 100, mini pensione o prestito pensionistico, o a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalizzazioni; e il governo, dal canto suo, non ha presentato alcuna legge esattamente come i sindacati non hanno avanzato alcuna proposta.

E probabilmente i tavoli annunciati per i prossimi mesi, a partire dal prossimo già deciso per luglio, si risolveranno comunque con u nulla di fatto, considerando che gli ostacoli e le difficoltà economiche oggi esistenti per l’attuazione delle novità pensioni, certamente non ‘svaniranno’ in un mese. La vera svolta potrebbe arrivare solo se il premier Renzi mantenesse, come spesso ribadito, l’’impegno preso con i sindacati, vale a dire la promessa di ascoltare di più i sindacati stessi, senza relegarli in un angolo come del resto fatto anche con le altre forze politiche finora.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il