BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anticipate ultime notizie: smentite da Renzi stesso sue precedenti dichiarazioni e alcune di Boeri

Solo dopo la presentazione del piano sulle pensioni del presidente dell'Inps, Tito Boeri, saranno più chiare le posizioni del governo.




Quante delle proposte di riforma delle pensioni del presidente dell'Inps, Tito Boeri, saranno accolte dal governo? Il quadro diventerà più chiaro solo dopo che il piano sarà di pubblico dominio. L'impressione, stando alla recente audizione in commissione Lavoro della Camera dei deputati del numero uno dell'Inps, è di un passo indietro. Boeri ha infatti manifestato la sua perplessità sia sull'applicazione della staffetta generazionale per legge e sia sull'introduzione della cosiddetta quota 100, come somma di età anagrafica e anni di contribuzione, come soglia da raggiungere per andare in pensione. Le ragioni sono sempre le solite: l'impegno gravoso richiesto alle casse dello Stato.

Scetticismo anche rispetto alla possibilità di congedarsi a 62 anni con 35 anni di contributi, secondo una tabella di incentivi e penalizzazioni (non superiori all'8%), così come prospettato da Cesare Damiano, presidente della stessa commissione Lavoro della Camera dei deputati. Da parte sua, il premier Matteo Renzi continua a manifestare un atteggiamento incostante e, tra annunci e silenzi, non ha ancora assunto una posizione definitiva sulle pensioni. La priorità, come ha spiegato, è il lavoro.

A maggio, il mese più "cassaintegrato" nei primi 5 del 2015,sono state autorizzate 65,4 milioni ore di cassa integrazione, salvaguardando oltre 380.000 posti di lavoro. L'aumento del 7,4% su aprile indica un fabbisogno crescente da parte delle imprese. "La crescita sarebbe stata maggiore - sostiene Guglielmo Loy, segretario Confederale Uil - se non si assistesse alla continua diminuzione della cassa in deroga (-5,6% tra aprile e maggio) per il fermo degli stanziamenti". Nessuna sorpresa per la Cgil: "Ci sono tante persone che non hanno più la protezione". Insomma, per ora si va avanti a tamponare le emergenze, in attesa della manovra finanziaria di fine anno che potrebbe contenere misure strutturali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il