BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero Roma oggi metropolitana, treni autobus venerdì 26 Giugno 2015 dopo Cagliari sciopero ieri: fasce garantite, informazioni

Sciopero domani a Roma venerdì 26 Giugno 2015 confermato e ufficiale (AGGIORNATO)




Giorni neri per il trasporto pubblico italiano: mezzi fermi nelle principali città di Italia, nuovo stop che ancora una volta creerà certamente disagi a studenti, pendolari, turisti e cittadini che hanno necessità di muoversi con i mezzi. Venerdì 26 giugno, confermato lo sciopero della circolazione dei trasporti pubblici a Roma dove i mezzi pubblici si fermeranno per 24 ore per lo sciopero dei lavoratori Atac, creando disagi alla circolazione di metro A-B-B1-C, ferrovie Roma-Viterbo, Termini-Giardinetti, Roma-Lido, rete tram, rete bus, rete filobus.

Altro sciopero dei mezzi si terrà dalle 8:30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio e potrebbe subire cancellazioni di corse anche il servizio notturno di superficie del 27 giugno, ma termineranno il loro servizio le corse di vetture e treni iniziate prima dell'inizio dello sciopero. Sempre per la giornata d venerdì, Usb lavoro privato ha proclamato uno sciopero di 24 ore del personale del settore automobilistico aziendale Tper dei bacini di servizio di Bologna e Ferrara. Nessun disagio previsto per RomaTpl, Trenitalia, Ntv, Cotral.

Domani, invece, giovedì 25 giugno, la circolazione dei mezzi pubblici si ferma a Cagliari, dove il personale del Ctm incrocerà la braccia per 7 ore. L'agitazione, indetta da Orsa Autoferro Tpl, Faisa Cisal, Fts Css, si terràdalle 9:45 alle 17:15. Il motivo dello sciopero è il mancato pagamento delle cosiddette Competenze accessorie unificate.

Sospeso, invece, lo sciopero di oggi, mercoledì 24 giugno, a Milano. La Cub Trasporti, su invito del prefetto di Milano Tronca, ha revocato la protesta, precisando che Atm chiede ‘un tavolo negoziale che affronti i numerosi problemi dei tranvieri milanesi, da riposi compensativi, ferie, straordinari, assunzioni, riduzione dei permessi sindacali, a salute e sicurezza’. Nessun disagio previsto dunque nel capoluogo lombardo, nonostante sia stato confermato il presidio del 2 luglio davanti a Palazzo Marino per il diritto allo sciopero.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il