BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero oggi treni, metropolitana, autobus Roma venerdì dopo Cagliari sciopero ieri metropolitana, autobus, treni 26 Giugno

Le giornate di Giovedì e Venerdì si preannunciano difficili in alcune città italiane a causa dello sciopero dei trasporti pubblici.




Tra le città protagoniste ci sono Cagliari e Roma, ma non solo. In particolare a Cagliari si terrà lo sciopero degli autobus e dei treni. La compagnia degli autobus Ctm protesterà perché i lavoratori hanno subito un taglio di cento euro in busta paga: una decisione assunta unilateralmente dall'azienda, almeno questo dichiarano i sindacati, che sono sul piede del guerra perché vogliono la revoca immediata di questo provvedimento. Lo sciopero si terrà dalle 9 e 45 alle 17 e 15. Non solo gli autobus, perché è previsto anche lo sciopero dei treni, con la stessa fascia orario: qui invece si protesta perché le condoni di sicurezza nelle quali devono operare gli addetti ai treni e alle stazioni sono molto scarse, e si vuole un intervento immediato da parte della politica nazionale. Si preannuncia quindi un Giovedì molto complicato per i sardi, che non potranno contare ne su autobus che sui reni, e spostarsi diventerà inevitabilmente più difficile. Gli organizzatori dei due scioperi si aspettano un'adesione compatta, che potrebbe creare davvero tanti disagi.

Anche a Roma si prevedono giorni difficili, in particolare Venerdì 26, quando si terrà lo sciopero di metropolitane, autobus e tram. Le fasce orario dello sciopero sono dalle 8 e 30 alle 17 e dalle 20 fino alle 24. Anche qui si protesta perché i sindacati chiedono un aggiornamento dei contratti dei lavoratori, che sono bloccati da tanti anni, inoltre anche qui si vuole chiedere l'applicazione di maggior regole di sicurezza, che garantiscano l'incolumità di chiunque operi a bordo dei mezzi pubblici. Trattandosi di un venerdì i disagi alla circolazione potrebbero essere molto ampi, per questo alcuni cittadini non sono d'accordo su questo sciopero, tuttavia le organizzazioni sindacali hanno affermato che la protesta è stata inevitabile perché nessuno ha voluto ascoltare le ragioni dei lavoratori.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il