BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Renzi riforma ultime notizie: quota 100, assegno universale piano Boeri,decreto povertà,leggi Governo,Manovra finanziaria

Quali i prossimi appuntamenti attesi che potrebbero portare modifiche all’attuale legge previdenziale: novità e ultime notizie




Si prospettano prossime tappe importanti per il governo Renzi e l’impasse sulla questione previdenziale che, a meno della caduta del governo, primo o poi dovrà trovare una soluzione. Le novità e ultime notizie confermano la presentazione entro fine mese del piano pensioni del presidente dell’Inps Boeri, tra quota 100, mini pensione, piano Damiano, assegno universale e ricalcolo contributivo; ma probabilmente per i grandi interventi pensionistici dovremo aspettare la prossima Manovra Finanziaria d’autunno.

Ma proseguiamo per tappe. Boeri ha annunciato che entro fine giugno avrebbe presentato un piano di proposte organiche per intervenire sull’attuale sistema pensionistico. Si parlava di misure quasi certe e ben note che da qualche giorno però sono in dubbio, per cui ci si chiede quali saranno davvero le novità che arriveranno.

Eliminate le ipotesi di quota 100 e uscita a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalizzazioni, in forse l’assegno universale dopo che il premier Renzi lo ha definito incostituzionale, resterebbero in ballo ricalcolo contributivo e proroga contributivo donna, sostenuti entrambi anche da Renzi stesso, interventi negativi e tagli a baby pensioni, pensioni di invalidità, cumulo, reversibilità, guerra, novità sulle ricongiunzioni onerose.

Sulla possibilità di proroga del contributivo donna, Boeri ha addirittura intenzione di estendere tale regime di uscita prima anche agli uomini. Prossima tappa pensioni, dopo l’estate, tempo in cui il ministro del Lavoro Poletti ha annunciato che presenterà nuove leggi che potrebbero portare alla definizione di interventi reali e concreti da inserire nella Manovra d’autunno.

E poi ci sarebbe in ballo il decreto povertà, che potrebbe arrivare prima o dopo la Manovra d’autunno e che potrebbe contenere norme per tutelare coloro che vivono in condizioni precarie, come il salario minimo, ma anche tagli alle agevolazioni fiscali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il