Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: cosa cambia per legge stabilità in prospettiva con rinnovo,aumento stipendi statali

Costi previsti per sblocco contrattazione pubblica e necessità di modificare i conti: serviranno ingenti risorse. Quali conseguenze sulle pensioni?

Pensioni ultime notizie riforma Governo


La Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo il blocco della contrattazione del pubblico impiego, dichiarando però la sua fine dal prossimo 2016, senza restituzione degli arretrati. Ma, considerando le novità e ultime notizie, per i restanti sei mesi alla fine del 2015 è possibile che gli arretrati debbano essere dovuti, alla luce del fatto che la sentenza è arrivata ieri, non è retroattiva ma pone la questione di ciò che accadrà nei prossimi mesi. E si pone anche la questione di quanto costerà la misura. Certamente non quei 35 miliardi di euro ipotizzati ma è tutto ancora incerto.

Nei prossimi tre anni, se il costo sarà in media di circa 6-7 miliardi all’anno, si sa che sarà una spesa scaglionata nei prossimi anni e definita in base all'esito delle trattative sul nuovo contratto triennale degli statali con i sindacati.  Al momento, però, i conti risultano piuttosto variabili, ma si sa che certamente saranno alti e questo complicherà ancor di più la definizione delle novità sulle pensioni.

Dovendo, infatti, impiegare i soldi per i nuovi contratti del pubblico impiego e dovendo evitare lo scattare delle clausole di salvaguardia che porterebbero all’aumento di Iva e carburati, cosa che andrebbe ancora a gravare sulla spesa dei cittadini già abbastanza salassati dalle tasse, è chiaro come, pur stimando una cifra inferiore ai 35 miliardi ma che comunque dovrebbe aggirarsi secondo le previsioni sui sette, si chiuderebbero ulteriori margini di manovra e le modifiche alla legge previdenziale attuale continuerebbero ad essere bloccate ancora un bel po’.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il