BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ultime notizie pensioni anticipate: piano Boeri, leggi Governo, manovra finanziaria,decreto povertà.Varie fasi non del tutto certe

Sono tante le ipotesi di revisione delle pensioni sul tavolo del dibattito politico. Decisiva per i cambiamenti la ripresa economica del Paese.




Se ne parla e ci si accapiglia tutti i giorni, ma la questione pensioni non decolla. Sono ancora tante le risposte non date così come, riferiscono novità e ultime notizie, continuano a moltiplicarsi le proposte di revisione dell'attuale legge previdenziale. I punti interrogativi sono tanti e coinvolgono sia la tempistica e sia i contenuti del cambiamento. Tra le ipotesi immaginate c'è quella del decreto previdenza, di cui, in realtà, si discute già dalla fine dello scorso anno.

Cosa potrebbe concretamente prevedere? C'è la soluzione immaginata dal ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, di introdurre un ponte previdenziale per consentire agli over 55 disoccupati di congedarsi dal lavoro. E c'è il disegno di legge del presidente della commissione Lavoro alla Camera dei deputati, Cesare Damiano, che permette il ritiro a 62 anni di età con 35 anni di contributi versati con penalizzazione massima dell'8% nel caso di uscita anticipata. Costantemente d'attualità c'è l'introduzione di quota 100 come somma di età anagrafica e anni di contribuzione da raggiungere per accedere al trattamento previdenziale.

Si tratta di misure che solo in parte coincidono con il piano di suggerimenti che Tito Boeri, presidente dell'Inps, si appresta a presentare al governo. Tenendo ferma la barra della stabilità economica, l'economista sembra orientato per il ricalcolo degli assegni con il sistema contributivo e per l'introduzione dell'assegno universale. Tuttavia, appare inutile attendere cambiamenti profondi e incisivi in tempi brevi. Appare più verosimile che misure strutturali possano trovare spazio solo nella prossima manovra finanziaria, come più volte ricordato dallo stesso Poletti. In tutti i casi sarà decisiva la ripresa economica del Paese, per ora piuttosto lenta e incerta.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il