BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni calcolo rimborso Consulta e legge ufficiale INPS. Calcolatore automatico online indica per chi, quando e importo da avere

E' iniziata la restituzione ai pensionati degli arretrati delle rivalutazioni dell'assegno previdenziale. Ecco cosa fare.




La via l'operazione rimborso dei pensionati. Dal primo agosto, tutti loro riceveranno gli arretrati delle rivalutazioni dell'assegno previdenziale. Chi ha un assegno mensile di 1.500 euro avrà un rimborso una tantum di 796 euro. Sarà l'Inps a ricostruire d'ufficio i trattamenti pensionistici. Non è quindi necessario presentare domanda. L'unica eccezione riguarda gli eredi del pensionato deceduto: in questo caso la domanda va presentata entro i termini di prescrizione, di norma 5 anni. Hanno diritto al rimborso le pensioni che vanno da 1.450 euro lordi, sotto questa soglia la perequazione è stata riconosciuta, a 2.850 euro lordi.

Gli enti che erogano vitalizi a chi ha svolto uffici elettivi non dovranno comunicare nulla al Casellario centrale dei pensionati ma dovranno rispondere alle richieste che l'Inps sta inviando loro ovvero codici fiscali e importi erogati. Il meccanismo studiato prevede una restituzione parziale della rivalutazione non riconosciuta: tra il 10% e il 40% di quanto perso per gli anni 2012-2013 e il 20% di quanto erogato per gli anni precedenti per il 2014.

Più in dettaglio: per le pensioni tra le tre e le quattro volte il minimo (tra 1.500 e 2.000 euro lordi al mese) la rivalutazione per il 2012-13 sarà del 40% dell'inflazione (2,7% per il 2012, 3% per il 2013); per le pensioni tra quattro e cinque volte il minimo (tra 2.000 e 2.500) sarà del 20%; per le pensioni tra i 2.500 e i 3.000 euro la rivalutazione sarà solo pari al 10% di quanto perso. Le pensioni di importo superiore a sei volte il minimo non avranno nessun rimborso.

Il rimborso sarà sottoposto a tassazione separata. In fondo a questa pagina è presente un simulatore per conoscere in anteprima l'importo che sarà ricevuto. Basta inserire l'importo dell'assegno finora ricevuto e cliccare su Calcola.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il