BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasse, decreti fiscali 2015 Governo Renzi: misure e novità ufficiali approvati Consiglio Ministri venerdì.Multe,cartelle Equitalia

Via libera dal Consiglio dei Ministri ai cinque decreti fiscali: provvedimenti e cosa cambia per pagamenti Equitalia. Le novità




Via libera dal Consiglio dei Ministri ai cinque decreti fiscali: i provvedimenti riguardano stima e monitoraggio dell'evasione fiscale, revisione del sistema sanzionatorio, interpello e contenzioso, riscossione e riorganizzazione delle Agenzie fiscali. Partendo dalla riscossione , è prevista una riorganizzazione e semplificazione delle norme in materia di riscossione, e riduzione dell'aggio per Equitalia che passa dall'8% al 6%.

Per le imprese, sarà prevista una revisione delle agevolazioni fiscali e razionalizzazione e le somme risparmiate andranno nel fondo taglia tasse, destinato alla riduzione dell'Irap; passando al capitolo sanzioni, sarà cancellata la discussa norma che prevedeva la non punibilità delle frodi fiscali sotto il 3% dell'imponibile e sono state ridotte le pene per i reati più lievi.

E’, inoltre, previsto un nuovo concorso per regolarizzare la posizione di 1.200 dirigenti delle Agenzia fiscali dichiarati illegittimi dalla Cassazione; infine, per la voce pagamenti, d’ora in poi sarà possibile rateizzare i contributi dovuti e, in caso di comprovate difficoltà, potranno essere estesi i tempi di pagamento, dilazionati in un periodo più lungo. Il ministro dell'Economia Padoan ha spiegato che in tema di semplificazione e razionalizzazione delle regole di riscossione, “ci sono norme a favore del contribuente, si estende la possibilità di rateizzazione dei contributi dovuti. Questa misura è volta a favorire la contribuzione in condizioni di difficoltà. In particolare si prevede una dilazione del pagamento delle somme iscritte a ruolo, fino ad un massimo di 72 rate mensili, nel caso in cui il contribuente dichiari di essere in una situazione temporanea di difficoltà”.

Sulla riforma del sistema sanzionatorio penale e amministrativo il decreto, Padoan ha detto che “fa chiarezza sui limiti per i reati come la frode distinguendoli dai reati minori e modulando le sanzioni in modo da rispettare il principio di proporzionalità”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



pubblicato il