BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anticipate ultime notizie con interventi diversi, in modalità e tempistiche differenti e alcuni direttamente esclusi

La tabella di marcia della revisione delle regole sulle pensioni passa dal piano Boeri e della prossima manovra finanziaria.




Quali sono i tempi di introduzione di cambiamenti del sistema delle pensioni? C'è ancora molta incertezza, ma il primo step è rappresentato dal piano Boeri, atteso entro la fine del mese di giugno. Stando a novità e ultime notizie, tra le sue proposte ci dovrebbero essere anche misure di segno negativo ovvero pensate per ridurre la spesa previdenziale, come il taglio delle pensioni di invalidità e di reversibilità oltre alla revisione delle regole su cumulo e sulle cosiddette baby pensioni. Sembrano perdere quota provvedimenti come la staffetta generazionale per legge o l'applicazione di quota 100, considerate misure troppo costose per le casse dello Stato.

Subito dopo l'estate, l'attenzione sarà catturata dalla prossima manovra finanziaria. A detta di Giuliano Poletti, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, è proprio questo lo strumento più idoneo per mettere le mani sulle pensioni. Il numero uno del dicastero di Via Veneto si è fatto da tempo promotore della soluzione del ponte previdenziale per quei lavoratori over 55 senza occupazione e senza assegno previdenziale. In buona sostanza si tratta di un prestito da restituire in piccole rate e senza interessi solo dopo l'effettiva maturazione dei requisiti richiesti per il congedo. Anche in questo caso si valuta l'impatto per le finanze italiane.

Nel mezzo ci potrebbe essere quel decreto previdenza del governo che potrebbe includere misure a sostegno delle fasce meno abbienti della cittadinanza. Il prossimo autunno sono attesi passa in avanti anche con la riforma della pubblica amministrazione e non sono da escludere nuove e importanti decisioni dei giudici su welfare e pensioni che potrebbe coinvolgere precise categorie di lavoratori, come i quindicenni ovvero quelli che hanno versato 15 anni di contributi entro il 31 dicembre 1992, e alcune situazioni, come quella del contributivo per le donne.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il