BusinessOnline - Il portale per i decision maker








FIFA 16: novità della settimana

Con il prossimo capitolo del suo simulatore calcistico, Electronic Arts proverà a innalzare il livello di realismo nell'esperienza di gioco.




Non potevano mancare novità nella realizzazione di FIFA 16, nuova versione del simulatore calcistico di Electronic Arts. I binari lungo i quali si è incamminata la software house sono stati quelli dell'aumento del realismo di gioco, del migliore equilibrio tra attacco e difesa e della risoluzione dei tanti piccoli problemi lamentati dagli utenti di FIFA 15. A ben vedere resta ancora molto da scoprire poiché non sono stati molti i dettagli rivelati all'E3 2015 di Losa Angeles. Qualcosa di più si saprà naturalmente con il rilascio della prima versione demo che dovrebbe precedere di qualche settimana la messa a scaffale della release definitiva, attesa il 25 settembre per PC, Xbox One e Xbox 360 e PlayStation 4 e PlayStation 3.

Appare interessante la figura dell'assistente ovvero di una grafica facoltativa sullo schermo per aiutare a capire le situazioni di gioco con tanto di suggerimenti su come comportarsi. In parallelo, le prove abilità consentono di prendere confidenza con le novità introdotte e di partecipare a una competizione tra giocatori così da renderla più divertente. Come rende noto Electronic Arts, in FIFA 16 è stato introdotto un nuovo livello base pensato per chi non ha mai giocato a FIFA. E ancora: "Anche se i giocatori più esperti supereranno facilmente queste prove, l'obiettivo è rendere FIFA 16 il capitolo più accessibile della serie".

Fino al 5 luglio i giocatori di Australia, Francia, America Latina, Messico e Regno Unito possono scegliere quale protagonista affiancare a Lionel Messi sulla copertina di FIFA 16. In nominataion in Australia ci sono 3 calciatrici della nazionale ovvero Lyah Simon, Steph Catley e Katrina Gorry, in Francia Raphael Varane, Antoine Griezmann, Alexandre Lacazette e Blaise Matuidi; in America Latina Sergio Aguero, Claudio Bravo, Edinson Cavani, Juan Cuadrado, José Rondon e Carlos Zambrano; in Messico Hugo Ayala, Marco Fabian, Hiram Mier, Eduardo Herrera, Diego De Buen, Oribe Peralta, Christian Gimenez, Javier Orozco; nel Regno Unito Sergio Aguero, Thibaut Courtois, Jordan Henderson e Harry Kane.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il