BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2015 precompilato, ordinario, 770 2015, Cu, Tasi, Imu modello: Agenzia Entrate e proroga ufficiale. Si tratta ancora

Come da tradizione, anche quest'anno il mese di luglio si caratterizza per le tante scadenze fiscali e per le tante richieste di proroghe.




Si resta in attesa della novità della proroga al 23 luglio dei tempi di presentazione del 730 2015, precompilato e ordinario. A quanto pare, Agenzia delle Entrate e Ministero dell'Economia sono pronti ad accogliere le richiesti dei Centri di assistenza fiscale. Lo schema su cui si sta lavorando prevede che nel periodo di proroga, Caf e professionisti coinvolti possano trasmettere non più del 20% delle dichiarazioni complessive. Per quanto riguarda l'eventuale rimborso delle imposte, occorre attendere 7 mesi dalla presentazione della dichiarazione dei redditi 2015 se superiori a 4.000 euro. La novità è stata prevista con l'ultima legge di stabilità.

In corso anche la partita della proroga del modello 770 2015. Se dovesse essere replicato il percorso dello scorso anno, allora il nuovo termine ultimo per la consegna sarà il 30 settembre. Per quanto riguarda le certificazioni uniche, viene invocata la mancata applicazione di sanzioni nel caso di ritardi. Il 6 è invece l'ultimo giorni dei versamenti della dichiarazione dei redditi e dell'Unico 2015 per i contribuenti che esercitano attività economiche per cui sono stati elaborati gli studi di settore. Stessa data anche per l'Irap. Il 16 Luglio è invece il termine per il pagamento di Iva, Irpef e Inps.

Tra le novità dell'ultim'ora si segnala che il dipartimento Finanze ha spiegato come le agevolazioni su Imu, Tasi e Tari per i pensionati residenti all'estero possono riguardare anche i titolari di pensioni in convenzione internazionale, in cui i contributi italiani si totalizzano con quelli stranieri, a patto che la parte estera sia relativa al Paese in cui il contribuente ha la residenza. L'agevolazione, che cancella l'Imu e riduce di due terzi Tasi e Tari, riguarda infatti solo i cittadini italiani iscritti all'Aire che risultino "già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza". Per la dichiarazione Tasi i contribuenti possono utilizzare il modello di dichiarazione Imu.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il