BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma scuola voto finale potrebbe essere una svolta per tutti seppur indiretta o almeno un inizio

Martedì prossimo in programma nuovo voto sulla riforma della Scuola: le possibili conseguenze su novità e pensioni e tenuta del governo




Dopo il voto in Senato di qualche giorno fa sulla riforma della Scuola Renzi, si attende il voto definitivo di martedì prossimo, voto che potrebbe rivelarsi indicativo per la discussione di altre questioni e per capire se il governo, considerando il calo di consensi che ha registrato in questi ultimi mesi, come confermato dalle novità e ultime notizie, riuscirà a perseguire la strada di riforma intraprese ma al momento bloccate. L’ostacolo principale è quello della mancanza di risorse economiche, cui si aggiunge però una spaccatura interna che lascia spazio al cresce di altri partiti.

Se il governo cadesse, sarebbero diverse le conseguenze, sia per tutte le riforme strutturali già avviate sia sulle pensioni, e anche i piccoli passi compiuti in merito sfumerebbero e bisognerebbe riprendere la discussione previdenziale dall’inizio ma potrebbe essere anche positivo, giacchè tutti i partiti chiamati alle prossime elezioni, da Lega a Forza Italia, a M5S, a Pd stesso, rilanciano da sempre sulla necessità di modificare l’attuale legge previdenziale.

Se, invece, la riforma passasse significherebbe che il governo potrà procedere nei suoi lavori, accelerando anche sulle altre riforme, puntando a quella svolta necessaria annunciata dal premier Renzi e tornando magari a rafforzarsi. Un primo passo in questo senso potrebbe essere quello dell’accordo Ue trovato sulla questione immigrazione, dopo il primo voto sulla riforma della Scuola, che consentirebbe a Renzi di continuare ad andare avanti da solo così come già fatto con Jobs Act e legge elettorale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il