BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2015 ordinario, precompilato, Imu Tasi dichiarazione: ultimo giorno oggi proroga ufficiale si attende 30 Giugno per entrambi

Sono tante le scadenze fiscali da non perdere di vista. Oggi è l'ultimo giorno per modificare il modello 730 2015 precompilato.




Quello di oggi lunedì 29 giugno 2015 è l'ultimo giorno utile per modificare i dati inseriti nel 730 2015 precompilato. La possibilità viene concessa a tutti i contribuenti, senza la necessità di trasmettere una dichiarazione integrative, purché questa operazione venga effettuata una sola volta. La dichiarazione sostitutiva si considera modificata, anche nel caso di correzione di dati anagrafici, come l'inserimento del codice fiscale del coniuge non fiscalmente a carico. Non ci sarà alcuna spedizione della ricevuta sul proprio indirizzo di posta elettronica. Per avere conferma occorre accedere nell'apposita sezione Ricevute.

A ogni modo, il contribuente può visualizzare e stampare la dichiarazione attraverso la funzione Dichiarazione inviata, selezionando la voce del menu a sinistra 730 precompilato e poi la voce Dichiarazione inviata. Un'altra partita aperta è quella dei tempi di invio del modello. Attualmente la scadenza è fissata per il 6 luglio, ma alla luce dei problemi riscontrati in questo primo anno di sperimentazione del 730 2015 precompilato, appare scontata la concessione di una proroga da parte del Ministero delle Economia e dell'Agenzia delle Entrate. La nuova data individuata è quella del 23 luglio, ma manca ancora la conferma ufficiale.

Il 30 giugno 2015, poi, è l'ultimo giorno per presentare la dichiarazione Tasi, per cui si può utilizzare anche il modello per la dichiarazione Imu. Il documento deve essere inviato nel caso di variazioni di residenza ovvero acquisizione o trasferimento in quanto le informazioni provenienti dalla banca dati anagrafica non individuano il corrispondente immobile nella banca dati catastale; e se le pertinenze dell'abitazione principale sono in numero maggiore di una per categoria catastale (C2, C6 e C7) per individuare l'unità pertinenziale che per legge deve essere una per categoria.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il