BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fallimento Grecia: novità, diretta, ultime notizie oggi sondaggi referendum, Eurogruppo, Tsipras in tempo reale diretta mercoeldì

Il possibile 'default' della Grecia sta mettendo in crisi anche la commissione europea, con prese di posizione diverse da parte di alcuni membri. Intanto crollano le borse, aumenta lo spread nell'attesa del referendum del 5 Luglio




AGGIORNAMENTO: Eurogruppo e Commissioni ue compatte: nessuna trattative, nessun accordo prima del referendum di domenica. Al momento, nel referendum nei sondaggi aggiornati seppur clandestini stanno vincendo i no, ma sembra che tra gli indecisi cresca il voto dei sì.

AGGIORNAMENTO: E' iniziato l'incontro dell'Eurogruppo. Hollande vuole accettare l'offerta di Tsipras mentre, invece, la Germania punta la referendum come riferiscono i Ministeri dell'Economia e indirettamente la Merkel. Per tutta risposta Tspipras è intevenuto in tv in un discorso nazionale, dicendo che non è in gioco nel referendum la permanenza nell'Ue della Grecia che, comunque, rimarrà, ma la sua forza contro le misure inique dei creditori. Una vittoria del no, invocata da Tsipras, significherebbe avere più forza nei confronti dei creditori, ha detto, e che cambiare le regole del gioco per tutte le nazioni europee e il modo stesso di austerità con cui è stata condotta finora l'Europa e l'Ue.

AGGIORNAMENTO:  Tsipras si è detto pronto a ritirare il referendum, ma ha chiesto di accogliere 5 punti facendo una vera e propria controproposta con il rineto nell'Esm e circa 30 miliardi di finanziamenti come già indiscrezioni precedenti avevano indicato.  Si chiede di annullare la riforma delle pensioni e del lavoro, dove il Govenro introdurrà le nuove norme richieste ad Ottobre. E viene richiesta almeno un compromesso sull'iva delle isole greche. Tsipras, comunque, ffa aperture anche su liberalizzazioni e,s econdo, indiscrezioni dovrebbe fare un disorso alla nazione in tv.
Nel frattempo l'Eurogruppo è stato ancora spostato per le ore 17,30 per verificare le proposte greche, anche se la Germania ribadisce la sua contrarietà a non fare nulla prima del referendum e anche le proposte attuali non sembrano convincere molto i ministri tedeschi

AGGIORNAMENTO: Continuiamo i nostri aggiornamenti in diretta e in tempo reale con le ultime novità e novità di oggi mercoledì 1 Luglio 2015. E ci sono interessanti sviluppi. A mezzogiorno circa, si dorvebbe ritrovare l'Eurogruppo in teleconferenza, dopo il rinvio di ieri e, forse, vi saranno nuovi documenti e indicazioni da Tsipras. Nel frattempo lo FMI alle 15,30 ora italiana si riunirà e dovrebbe prorogare di 5 anni, con una clasuola particolare giò esistente, il debito greco scaduto ieri. E già iniziere ad indicare un primo piano se il referendum fosse pro europa.
Nel frattempo i sondaggi seppur sempre molto incerti vedono cambiare totalmente i risultati, con il No nello stare nell?ue in testa e con un Sì indietro anche se dato in legegro recupero.

AGGIORNAMENTO: L'Eurogrupppo, previsto per le 19, si è riunito brevemente per poi essere rimandato di alcune ore, probabilmente verso mezziogiorno di mercoledì 1 Luglio 2015. Secondo alcune notizie e indiscrezioni non confermate si attendono ulteriori documenti, precisioni e prese di posizioni più chiare da Tsipras

AGGIORNAMENTO: Confermato alle ore 19, la riunione dell'Eurogruppo di cui vi daremo resoconto con tutte le novità e ultime notizie. Da sottolineare che la Merkel sembra piuttosto contrariata e abbia ancora ribadito, informalmante, prima referendum e poi di nuovo consultazioni in base a come vada il referendum. Nel frattempo Fmi ha dichiarato che il non pagamento entro la mezzanotte di oggi della tranche del debito srà considerato un arretrato e non un default automatico.

AGGIORNAMENTO: E alle ore 19 oggi, è stato convocato un Eurogruppo straordinario per discutere sulla nuova proposta greca. E' ufficiale

AGGIORNAMENTO: Quando il tempo stringe (scade oggi la prima tranche con Fmi) la Grecia sembra considerare la proposta dell'ultimo momento dell'Europa anche se in realtà pare abbia rilanciato con una controproposta. La proposta dell'Ue quella, che si diceva sotto, con nuovi investimenti, ma soprattutto di non toccare l'iva agli alberghi e glia ssegni delle pensioni più basse, ma, comunque di alzare l'età pensionabile facendola diventare come quella di quasi tutte le nazioni Ue.
Tsprisas ha rispoto ufficialmente richiedendo l'adesione all'ESM per ulteriori due anni come accaduto a Cipro, nel quale si può entrare con vincoli molto rigidi e una revisione del debito, una ristrutturazione anche se molto probailmente solo nominale visto che l'Ue è sempre stata contraria ad un affettivo haircut.

AGGIORNAMENTO: Con l'aumentare della tensione in Grecia, anche se vi sono state manifestazioni pro Tsipras, sembra che il Governo Greco stia valutando seriamenta la proposta di riparire le trattative per evitare il referendum lanciata da Juncker. Da'altra parte secondo le ultime notizie in diretta, i soldi nei bancomat e in generale scarseggiano e il Governo sta per varare un nuovo provvedimento di 20 euro come massimo prelievo. Nel frattempo, pur con molta cautela, con le Borse in legegro territorio o negativo ma molto volatili lo spread sempre a 160 euro e l'euro stabile. 
Da quanto emerge, L'eu avrebbe rilanciato l'offerte con un piano di 35 miliardi desitinati solo agli investimenti per l'aumento del Pil. Vi terremo aggiornati

La situazione in Grecia è drammatica e si rischia il contagio anche negli altri paesi dell’Eurozona. Il governo di Atene ha messo un tetto al prelievo dai bancomat, fissato a 60 euro, tetto che esclude le carte di credito straniere, ed ha dato il via ai "controlli sui capitali". La mossa di Tsipras, che intanto continua a d accusare i creditori di voler affossare il suo paese, si aggancia alle richieste del ministro dell’Economia, il quale chiede ai partner europei di fare tutto il possibile per scongiurare l’ipotesi del "default".

Una ipotesi che comunque non sembra preoccupare gli altri paesi, che ostentano fiducia, anche se le Borse non sembrano confermare questa previsione e sono tutte al ribasso. Quella di Londra perde l’1,5%, Parigi il 3,3%, Francoforte il 3,2& e Milano fa registrare il risultato peggiore con un calo del 3,9%, In totale con le vendite che hanno mostrato grande vigore fin dalla mattina, la perdita totale è sui 340 miliardi di euro. Nello stesso tempo della crisi greca hanno risentito anche i listini delle nazioni asiatiche con chiusure al ribasso come a Singapore ( - 1,35%), Seul ( - 1,56%), Tokyo (-2,9%), Taipei ( - 2,40%). Peggio ancora il dato di Shangai. Anche l’Euro perde sul dollaro scendendo a 1,0955 dollari dal dato di 1,1165 dollari che si era registrato venerdì scorso.

Intanto gli Stati Uniti sono intervenuti direttamente con i creditori, chiedendo che siano portate aventi sino all’ultimo le trattative per evitare l’uscita del paese ellenico dall’euro. La richiesta arriva da Jack Lew, segretario di Stato USA, che ha chiesto una "attenta valutazione" del debito della Grecia, ma nello stesso tempo ha chiesto al governo di Tsipras la prosecuzione e l’accelerazione delle riforme. Dopo questo messaggio si sono aperte le porte per una nuova discussione ed il commissario per gli affari economici dell’Unione Europea Moscovici, ha detto che la porta per trovare un compromesso è ancora aperta e la Grecia, riformata, deve restare all’interno dell’Eurozona. Una presa di posizione che è stata subito respinta da Jean Claude Juncker, che della Commissione Europea è il presidente, e che fa capire come all’interno della stessa commissione convivano due diverse posizioni. La speranza che rimane a questo punto è che queste posizioni si possano riavvicinare prima che domenica prossima il popolo greco si esprima nel referendum indetto da Tsipras. Per quanto riguarda il referendum , acuni istituti hanno iniziato ad effettuare dei sondaggi, dai quali risulta che la popolazione in larga maggioranza è favorevole alla firma dell'accordo, sconfessando così quelle che sono le indicazioni di Tsipras.

Intanto in Germania si segue da vicino la situazione greca e dopo aver convocato i responsabili dei partiti per illustrare la situazione nel dettaglio, Angela Merkel ha fatto sapere, tramite un portavoce, che la cancelliera tedesca è sempre disponibile per eventuali colloqui con il premier greco.

La partita sarà trasmessa in diretta sulla tv satellitare Sky e sul digitale terrestre Mediaset Premium, che rendono disponibili dei servizi per lo streaming con Sky Go e Premium Play, che danno la possibilità di vedere le partite live su cellulari e tablet Android, oltre che su iPhone e iPad.
Anche gli operatori Tim e Vodafone fanno vedere la partita della propria squadra sul cellulare e sul tablet, a 29 Euro all'anno per la prima e a 6,90 per la seconda.
C'è anche SkyGo Online che offre la possibilità di acquistare la singola partita - con la qualità di Sky anche ai non abbonati a 9,90 Euro. Oltre alle possibilità indicate in precedenza, si trovano su internet diverse tv straniere come Orf, Rsi, RTL e La2 che avendo ottenuto i diritti tv per il Campionato di Calcio italiano trasmettono in streaming online sui propri siti web.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il