BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: quota 100, assegno universale, contributivo fattibili con tagli proprio su pensioni

Recuperare risorse necessarie per intervenire sull’attuale legge previdenziale da pensioni stesse: le misure necessarie della spending review. Le ultime notizie




Ancora vaghe e confuse, nonché decisamente incerte, le possibili novità sull’attuale legge pensionistica, tra promesse ancora una volta mancate, e risorse economiche mancanti che stanno rappresentando un grande ostacolo per l’attuazione delle modifiche da tempo al vaglio del governo. Serve, dunque, recuperare soldi necessari per agire sull’attuale legge e si stanno definendo quegli interventi da cui potrebbero derivare. Non solo tagli e revisioni di baby pensioni, o ricalcolo contributivo, ma, come confermato dalle novità e ultime notizie, anche dalla spending review che, paradossalmente, dovrebbe colpire proprio le pensioni.

In pratica, per recuperare soldi per le pensioni bisognerebbe agire sulle pensioni stesse, in particolare su quelle voci dei costi previdenziali che comprendono le cosiddette spese assistenziali. In Italia, infatti, il costo della spesa pensionistica in Italia è troppo alto, pari al 16,5% Pil, la più alta tra paesi avanzati, basti pensare che in Giappone la spesa pensionistica pesa per l'11,12% del Pil. Il motivo di questi costi elevati è che all’interno della spesa previdenziale vi sono voci che in altri paesi rientrano nella categoria della spesa per assistenza, decisamente elevata.

Vi rientrano pensioni di invalidità, reversibilità, guerra. E questo è chiaramente il motivo per cui per riuscire a recuperare risorse necessarie per l’assegno universale così come per l’approvazione di piani di uscita con quota 100, piano Damiano- Baretta, mini pensione, staffetta generazionale, è necessario intervenire dividendo spesa pensionistica e spesa assistenziale.

Anche la Corte dei Conti sostiene questa linea di lavoro. Secondo la presidente di coordinamento delle Sezioni riunite in sede di controllo della Corte dei Conti, Enrica Laterza, infatti “La forte rigidità della spesa per le pensioni crea difficoltà alla spending review”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il