BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ultime notizie pensioni anticipate: la volontà se reale di Pd, Lega, M5S, FI ora non basta più. Le coperture sono problema reale

I cambiamenti nel sistema delle pensioni in Italia sono condizionate dalla situazione economica. Quali sono novità e ultime notizie?




Quali sono gli ostacoli all'introduzione di cambiamenti nelle pensioni? Perché la situazione è ingessata nonostante il gran parlare che si fa sulla materia previdenziale? Le ragioni sono due: politiche ed economiche. Sotto il primo punto di vista, appare evidente come, al di là della varietà di proposte per rendere meno rigide le attuali regole, se poco è stato fatto è per una mirata volontà all'inerzia. Tuttavia la questione politica è strettamente legata a quella economica. E come sa bene Tito Boeri, presidente dell'Inps, sul punto di presentare il suo pacchetto di suggerimenti sulle pensioni, occorre fare i conti con la scarsa disponibilità nelle casse dello Stato.

Smantellare l'attuale legge sulla previdenza, in grado di assicurare ingenti risparmi alle finanze pubbliche, rappresenterebbe una mossa da suicidio, soprattutto alla luce delle attuali sentenze dell'Alta Corte che impongono allo Stato nuovi impegni di spesa. La prima prevede la restituzione ai pensionati della somma non indicizzata all'aumento del costo della vita degli assegni previdenziali. La seconda impone lo sblocco del rinnovo dei contratti dei dipendenti pubblici. Non solo, ma in questo contesto occorre fare i conti con una disoccupazione che è tornata a salire e con la situazione della Grecia, sull'orlo del fallimento, che presenta molte incognite per i conti italiani nonostante le molte rassicurazioni.

La situazione greca è argomento di riflessione in tutti i partiti. Il Pd è spaccato. La minoranza invoca una ripresa delle trattative e un sostegno a Tsipras. Matteo Renzi non prende posizione direttamente, ma ricorda che non si tratta di una partita tra il premier ellenico e la Commissione europea, ma tra euro e dracma. Critica Forza Italia nei confronti dell'austerity imposta dall'Europa, ma Gasparri parla di "scelta suicida" del governo greco. Matteo Salvini è contrario a un accordo tra la Grecia e le istituzioni europee: "Fossi in Grecia voterei no, per la sovranità e la libera scelta". Il Movimento 5 Stelle si schiera invece a difesa della scelta del referendum greco.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il