BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Renzi e Salvini modifiche fattibili e fondi impiegabili in confronto intervista su Sole24Ore

Confronto Renzi-Salvini su questione pensioni e non solo: chiare le intenzioni del leader del Carroccio ma anche Renzi, nonostante le difficoltà, ha le idee certe. Le ultime notizie




Questione previdenziale e non solo è stata al centro di una sorta di confronto tra il premier Renzi e il leader della Lega, Matteo Salvini, intervistati dal Sole24Ore. Le novità e ultime notizie sono poco contraddittorie per Salvini che da sempre dichiara di voler intervenire ed anche in maniera radicale sull’attuale legge previdenziale, mentre il premier Renzi continua a non intervenire in maniera diretta sulla questione, lasciando intendere eventuali lavori attraverso altre riforme e impegni del governo.

Durante la sua intervista, Salvini ha parlato dell’attuale legge previdenziale come di una legge “iniqua e irrispettosa. Ha violato i diritti acquisiti. Va sicuramente anticipata l’età del ritiro”. Secondo il leader del Carroccio è necessario intervenire per non rimanere il paese europeo che va in pensione più tardi, ma il problema è che servono soldi.

Secondo Salvini, però, eliminando i vincoli alla spesa del contante, cancellando i vincoli europei e pensando ad altri interventi sulla spesa pubblica, le risorse necessarie possono essere reperite. Se, dunque, Salvini sembra avere le idee ben chiare sui suoi piani di lavoro, difficile è invece la posizione del premier Renzi che dopo aver diverse volte annunciato e proclamato interventi e cambiamenti per le pensioni, ancora non è riuscito a mettere nulla in pratica, proprio a causa delle difficoltà finanziarie dell’Italia.

Renzi è tornato a tacere direttamente sulla questioni pensioni, lo aveva già fatto tempo fa, rompendo poi il silenzio per parlare dell’assegno universale, prima ritenuto incostituzionale ma su cui ha ritrattato spiegando che lo sarebbe stato se per tutti ma che invece può essere approvato per i meno abbienti, e nei mesi scorsi. Ma c’è la sua volontà di agire sulle pensioni e lo si capisce dai diversi interventi che prevede nella prossima Manovra, per cui punta a recuperare sempre più risorse, magari da interventi negativi proprio su alcune parti delle pensioni, da impiegare per altre modifiche.

Scommette anche su una diminuzione delle tasse: con la prossima Manovra potrebbero, infatti, scattare clausole di salvaguardia sull'Iva (16 miliardi), ma Renzi sostiene che non scatteranno, nonostante sarà complesso evitarle e che nel 2016 ci sarà riduzione del carico fiscale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il