BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie riforma: Pd, Lega, M5S,Fi osa hanno detto mercoledì in incontro Parlamento. Reseconto

Risultati discussione pensioni di oggi alla Camera: interventi, cosa chiedono e cosa si potrà realmente fare. Il problema resta la mancanza di soldi. Le novità




Si è tenuta oggi, primo luglio, l’ennesima seduta sulle pensioni alla Camera, ma sono poche le novità e ultime notizie emerse. Il governo, ancora una volta, valutando risorse economiche eventualmente disponibili e sulla base dell’andamento economico del Paese, si è nuovamente impegnato a valutare la possibilità di sfruttare i risparmi che risulteranno da eventuali misure di modifica del sistema previdenziale pubblico per migliorare le prestazioni previdenziali, con particolare attenzione ai precari, a coloro che percepiscono pensioni minime, alla salvaguardia degli esodati. Ma bisognerà capire se effettivamente questo impegno possa essere mantenuto.  

Il governo si è impegnato a risolvere anche, così come proposto da Saltamartini, a risolvere il caso dei 4 mila lavoratori della scuola che hanno maturato i loro requisiti pensionistici  ormai tre anni fa, ma ancora costretti al lavoro dall’attuale legge previdenziale. Protagonisti, tra gli altri, i deputati e gli onorevoli Giacobbe, Rizzetto, Saltamartini, Fedriga, Renata Polverini, Sergio Pizzolante, Maria Luisa Gnecchi.

Walter Rizzetto ha spiegato come sia necessario ormai risolvere le storture esistenti nella previdenza attuale, motivo per il quale è stato presentato anche un emendamento che voleva rimodulare le aliquote fiscali per le pensioni superiori ai 90 mila euro lordi l'anno e, attraverso gli eventuali risparmi ricavati sostenere coloro che percepiscono assegni minimi.

Anche la deputata del Pd Gnecchi, che ha già presentato ulteriori proposte in Commissione Lavoro, tra cui quella di adeguare la speranza di vita in base alle specifiche caratteristiche dell’attività lavorativa e includere tra i lavoratori usuranti coloro che si occupano dell’assistenza agli anziani ed ai disabili, considerando che il loro lavoro quotidiano rende possibile il sostegno ai cittadini e alle famiglie colpite da inabilità, ritiene sia arrivato il momento di lavorare concretamente sulle pensioni per modifiche che possano essere a sostegno di pensionati e lavoratori.

Intervenuta durante la seduta soprattutto in merito alla questione del necessario rifinanziamento degli ammortizzatori sociali, l'onorevole Anna Giacobbe modificare le regole dell'attuale legge pensioni, con modifiche dei requisiti di uscita dal lavoro ma anche con misure di contrasto alla povertà. La legge attuale è stata definita 'utile' per le circostanze di grande crisi in cui è stata formulata, ma date le mutate condizioni, sarebbe bene rivedere delle norme che al momento stanno irrigidendo non soltanto il sistema pensionistico ma anche il mondo occupazionale.

Intervento Bellanova Teresa su pensioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il