BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fallimento Grecia: novità, ultime notizie, diretta oggi referendum sondaggi risultati chi vince sì e no tempo reale aggiornamenti

L'Europa trattiene il fiato in attesa delle decisioni sul futuro della Grecia di Tsipras. Il fallimento possibile del Paese europeo è fonte di grande preoccupazione nell'Eurogruppo e nel FMI. Per tale motivo gli aggiornamenti sono in tempo reale.




AGGIORNAMENTO: Novità e ultime notizie oggi per quanto riguarda la Grecia, il referendum e la sua possibilità di fallimento e default. Per quanto riguarda l'idea di una doppia valuta dracma euro con un modello Bitcoin uscita ieri dal Ministero Greco delle Finanze oggi si fa una decisione mercia indietro. Intanto lo FMI parla di un nuovo piano con almeno 50 miliarid di aiuti nei prossimi anni senza i quali la Grecia fallirà certamente. A livello di sondaggi per il referendum l'81% vuole rimanere nell'Ue, ma è testa e testa tra il sì e il nol areferendum indetto che potrebbe anche ssere annullato domani sera se ritenuto incotituzionale dalla Corte suprema Greca. Nel frattempo Tsipras ha promesso, qualsasi sia l'esito del referendum, una soluzione un accordo con i credito entro le e massimo le 48 ore seguenti.

AGGIORNAMENTO: Novità e ultime notizie ad oggi giovedì 2 Luglio 2015, sicuramente non positive per la Grecia. Mercati e Borse stazionari, spread sotto 150 (circa 147), tutti attendono l'esito del referendum dopo che l'Eurogruppo con in testa la Merkel ha detto che ogni trattative e riunione si farà solo dopo l'esito del referendum. E sul referendum c'è grande incertezza, con i no nello stare nell'Ue che prevalgono ma di poco rispetto ai sì. E la tensione tra le gente cresce. Ora si possono ritirare 120 euro nei bancomat ogni 3 giorni.

In base alle informazioni della mattinata di mercoledì 1 luglio, Tsipras si è reso disponibile a rispettare le condizioni che i creditori internazionali hanno chiesto alla Grecia di rispettare. Questo potrebbe far ottenere al Paese ellenico le concessioni a sostegno della sua economia. È stata la versione online del Financial Times ad indicare come lo stesso Tsipras abbia inviato a Bruxelles una lettera nella quale si impegnerebbe ad accettare il piano proposto nel corso dell'ultimo weekend. Dopo poche ore è stato anche pubblicato il testo del comunicato di Tsipras, lungo due pagine. Nonostante l'accettazione delle condizioni, il leader greco ha comunque voluto inserire alcuni emendamenti.

Questo per poter estendere il programma "Efsf" e avere la possibilità di attingere dal nuovo prestito "Esm", ossia il fondo europeo pronto a mettere a disposizione della Grecia la cifra di 29,1 miliardi di euro. In pratica, Atene avrebbe accettato l'impianto di riforma dell'Iva chiedendo, però, uno sconto pari al 30% per le isole greche. Sempre Tsipras sarebbe pronto a portare avanti la riforma delle pensioni in base alle richieste dei creditori, anche se solamente a partire dal mese di ottobre. Ora è attesa la discussione in merito alla lettera, che avverrà a partire dalle ore delle 17,30 all'Eurogruppo di Bruxelles.

Ma poco dopo le 12, è arrivata una presa di posizione negativa da parte di Wolfgang Schaeuble, ossia il ministro delle Finanze tedesco. In base alle sue parole emerge una bocciatura delle proposte di Tsipras, in quanto non aumenterebbero il livello di chiarezza da parte della Grecia. Per il momento, secondo Schaeuble, non esisterebbero delle basi sufficienti per proseguire. Pochi minuti dopo queste parole, dalla Grecia sono arrivate delle conferme in merito al referendum. Le trattative, infatti, continueranno solamente dopo che sarà stato decretato il voto. È atteso per il tardo pomeriggio un comunicato di Tsipras relativo a tale decisione. Il fallimento della Grecia sembra essere ancora all'orizzonte; si attendono le prese di posizione dell'Eurogruppo per fare ulteriori valutazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il