BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ultime notizie Pensioni anticipate: in DEF ufficiali peggioramenti volti ad indicare due possibili percorsi molto diversi

Il cambiamento delle regole sulle pensioni in Italia passa dal risparmio della spesa pubblica. Quali sono le prospettive reali?




La rotta delle pensioni sembra essere tracciata e, come raccontato da novità e ultime notizie, passa anche dagli interventi del governo nell'ambito del Def. Se l'imperativo è tenere i conti in ordine, occorre da una parte fronteggiare i nuovi impegni di spesa ovvero il rimborso ai pensionati degli assegni non indicizzati al costo della vita e la rivalutazione del contratto dei dipendenti pubblici, e dall'altra assicurare un migliore equilibrio sociale.

Ecco allora che i tagli inseriti nel Documento di economia e finanza possono avere due chiave di lettura. La prima è la necessità di ridurre la spesa pubblica proprio alla luce degli esborsi che sono all'orizzonte. Dall'altra possono essere l'anticamera di cambiamenti sul sistema delle pensioni e, più in generale, del welfare. Di certo c'è che la Camera dei deputati ha approvato il decreto legge pensioni con cui il governo Renzi ha dato (parziale) seguito alla sentenza dell'Alta Corte sul blocco dell'adeguamento degli assegni previdenziali stabilito 4 anni fa.

C'è naturalmente da seguire con attenzione la questione Grecia. Il prezzo che l'Italia rischia di pagare nel caso che Atene vada davvero incontro al fallimento rischia di essere superiore anche a quello di Paesi più esposti con la Grecia, come la Germania. Oltre a rinunciare ai crediti che vanta con Atene, pari a circa 40 miliardi di euro, il nostro Paese rischia un aggravio nel costo del debito pubblico, quanto rilevante nessuno lo può sapere. Il timore è che i mercati comincino a pensare che l'Italia possa finire sulla stessa china della Grecia. In quel caso, chi compra i nostri titoli pubblici chiederebbe interessi sempre più alti. Contro questo rischio c'è lo scudo della Banca centrale europea, che con il massiccio riacquisto di titoli pubblici sul mercato secondario ne tiene basso il prezzo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il