BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi da fonti anonime e ufficiali interessanti e importanti

Novità e ultime notizie su questioni pensioni confermate da fonti anonime e ufficiali del governo: situazione attuale e prospettive




Le novità e ultime notizie sulle pensioni riportano indiscrezioni da fonti anonime del governo che dimostrano come nonostante i lavori dei tecnici per definire interventi di riforma non si trovi una quadra dei conti, tanto che altre fonti sembrano confermare che ogni misura per modificare l’attuale legge pensionistica sarà rimandata a dopo la Manovra Finanziaria d’autunno, probabilmente al prossimo 2016. Altre fonti ancora riportano che il ministro dell’Economia Padoan, a colloquio con il presidente dell’Inps Boeri, avrebbe chiesto più tempo per l’approvazione di eventuali modifiche per meglio definite i calcoli delle relative coperture alla luce della situazione economica difficile ancora persistente.

Eppure, nonostante sia stato chiesto più tempo, secondo altre fonti anonime sembra che il premier Renzi sia sempre più orientato verso le novità pensioni, nonostante gli ostacoli economici, e il motivo è ben chiaro: solo incidendo realmente su una questione come quella previdenziale, particolarmente cara ai cittadini, si può tornare a recuperare fiducia e consensi, decisamente calati negli ultimi mesi come riportano da un po’ ormai i sondaggi.
 
Fonti ufficiali confermano invece la revisione del Def in settimana, già annunciata settimane fa dal ministro Padoan, necessarie per una rimodulazione dei conti alla luce delle ultime sentenze dell’Alta Corte sulle rivalutazioni delle pensioni e l’aumento degli stipendi degli statali. Nel Def non si fa alcun accenno alle pensioni ma in ballo ci sarebbero interventi negativi di tagli a detrazioni e agevolazioni fiscali alle famiglie che, come confermano del resto i lavori dei commissari tecnici alla spending review, potrebbero rientrare proprio nella Manovra di ottobre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il