BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Aggiornamenti Grecia diretta tempo reale fallimento oggi lunedì dopo referendum risultati ieri Ue, Tsipras, Merkel, Draghi, Fmi

Oggi gli elettori greci si pronunceranno sul piano della troika. Ecco alcune soluzioni per avere aggiornamenti su affluenza e risultati.




Urne aperte in Grecia per il referendum di oggi domenica 5 luglio 2015 sull'accettazione del piano della troika. Per aggiornamenti in tempo reale su andamento dell'affluenza prima e risultati dopo, invitiamo a consultare questo stesso sito o i vari portali generalisti di informazione, da quello del Corriere della Sera a quello di Repubblica. In caso di esito positivo ovvero di riprese delle trattative, con nuove risorse finanziarie Atene potrebbe far fronte senza troppi assilli ai pagamenti in programma nei prossimi mesi. Il governo greco potrebbe focalizzare la propria attenzione su un nuovo piano di riforme in grado di riportare il Paese alla crescita. Dovrà comunque essere definito un sistema di verifiche internazionali che eviti gli eccessi di quelli affidati alla vecchia troika.

In caso contrario, si ricorda che il 20 luglio scadono 3,5 miliardi di bond greci oggi in mano alla Bce: Atene non sarebbe in grado di onorare i propri impegni. Di più, gli istituti di credito si vedrebbero tagliare i rifornimenti di liquidità da parte della Banca centrale europea. Il governo greco non disporrebbe più di euro e dovrebbe probabilmente adottare una nuova valuta, deprezzata rispetto all'euro.

Quali sono state le tappe della crisi? Nella notte tra il 26 e il 27 giugno, quando una soluzione sembrava essere vicina, Tsipras ha annunciato il referendum per sottoporre ai suoi concittadini la proposta dei creditori. Una scelta che è stata vista come una rottura unilaterale che faceva saltare il tavolo europeo insieme al programma di aiuti internazionale. Tsipras aveva chiesto un'estensione del piano di salvataggio almeno fino al referendum di domenica prossima. Ma la cancelliera Angela Merkel aveva rifiutato rinviando a dopo la consultazione e ammonendo che "se fallisce l'euro, fallisce l'Europa". Con la Borsa di Atene chiusa e una serie di limitazione al credito imposte dal governo greco, i mercati hanno reagito all'incognita greca con una serie di ribassi bruciando centinaia di miliardi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il