BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie riforma indicazioni anonime e ufficiali autorevoli quota 100,contributivo,assegno universale

Conferme e smentite lavori sulle pensioni da fonti del governo: cosa riportano e cosa si prevede per il futuro. Le ultime notizie




Tante e diverse le novità e ultime notizie sulle pensioni riportate da fonti, anonime ed ufficiali, del governo stesso che prospettano possibili interventi pensionistici. Occhi puntanti sugli ormai ben noti piani di modifica, da quota 100, a staffetta generazionale, a piano Damiano e assegno universale, ma contrastanti le informazioni che arrivano. Fonti ufficiali confermano la revisione del Def, già annunciata dal ministro Padoan, per una rimodulazione dei conti dopo le ultime due sentenze dell’Alta Corte sulle rivalutazioni delle pensioni e l’aumento degli stipendi degli statali.

Nel Def non si fa alcun accenno alle pensioni ma in ballo ci sarebbero interventi negativi di tagli a detrazioni e agevolazioni fiscali alle famiglie che, come confermano del resto i lavori dei commissari tecnici alla spending review, potrebbero rientrare nella prossima Manovra Finanziaria.

Fonti anonime del governo che riportano, invece, che eventuali modifiche all’attuale legge pensionistica saranno rimandate a dopo la Manovra d’autunno, probabilmente al prossimo 2016, a causa della mancanza di soldi. Del resto lo stesso ministro del Lavoro Poletti, esattamente come fatto l’anno scorso, aveva parlato di slittamento degli interventi pensionistici alla prossima Manovra ma poi sulla questione è calato il silenzio, che lascia certamente intendere come non sia più il caso di fare annunci senza poi mantenere quanto detto se non ne esiste la possibilità concreta.

E proprio la mancanza si dolsi ha spinto il ministro dell’Economia Padoan a chiedere al presidente dell’Inps Boeri, come trapelato da altre fonti, più tempo per l’approvazione di novità in modo definire prima le relative coperture alla luce della situazione economica difficile.

Come riportato da altre fonti anonime, però, il premier Renzi sembra essere oggi sempre più orientato verso le novità pensioni e questo suo indirizzo potrebbe rivelarsi una strategia di lavoro: considerando infatti che la questione pensioni è particolarmente cara ai cittadini, e che il governo da qualche mese ormai sta perdendo fiducia e consensi, solo lavorando sulle pensioni, si potrebbe riconquistare fiducia e appoggi, un po’ come è stato fatto l’anno scorso con la decisione dell’erogazione del bonus di 80 euro ai dipendenti pubblici.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il