BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Grecia: ultime notizie, novità, diretta aggiornamenti trattative fallimento, default.Diretta aggiornamenti tempo reale oggi lunedì

Domenica 5 luglio sarà un giorno decisivo per le sorti della Grecia. Sarà il referendum a dare una svolta al futuro europeo del Paese, oltre che al il Governo Tsipras. In queste ore continuano a susseguirsi sondaggi aggiornati.




È stata una decisione di Tsipras, dopo il rifiuto delle diverse proposte dell'Unione Europea (e quelle del Fondo Monetario Internazionale), definite eccessivamente esose, a portare il popolo ellenico al referendum. Il leader ha voluto indicare come una vittoria del "sì" e, di conseguenza, l'accettazione del piano dei due organi internazionali, porterebbe alle sue dimissioni. Se a vincere fosse il "no", invece, sarebbe molto probabile l'uscita della Grecia dall'Euro.

Nelle ultime ore sembrano essere sempre di più i cittadini greci a temere che un'uscita dall'Euro possa avere conseguenze negative per l'economia, già disastrata, del Paese. Ma sono molti anche coloro che non sono più disposti a fare sacrifici sul piano economico e a sentirsi "umiliati" dalle continue richieste dell'Europa intera e, soprattutto, della Germania. Questa incertezza ha portato l'opinione pubblica a spaccarsi, con i sondaggi che indicano il "sì" al 47% e il no al 40%. Tutto, in base a queste percentuali, potrebbe essere deciso da chi ancora non ha scelto come agire, ossia il 13%.

Pochi giorni fa il "no" era in netto vantaggio, attestandosi al 54%, contro il 33% del "sì", che ha recuperato velocemente terreno. Molto probabilmente è stata la chiusura delle banche a mettere paura al popolo greco, meno convinto di agire in modo indipendente.
Il "no" verrà sicuramente votato dal partito di Tsipras e da chi ha scelto di appoggiare il partito di estrema destra "Alba Dorata". Ma anche gli elettori della destra moderata che hanno deciso di affiancarsi al Governo potrebbero schierarsi con il "no".

Nel frattempo, il Fmi, ha indicato come la Grecia abbia assoluta necessità di poter contare su un'estensione dei prestiti ricevuti dall'Unione Europea. Lo stesso Fmi sostiene, inoltre, che potrebbe rendersi necessario anche un taglio del debito piuttosto ampio. Questo se la crescita greca si rileverà meno veloce del previsto e nel caso in cui non sia possibile implementare le riforme. Si parla di 50 miliardi di euro ulteriori, con finanziamenti agevolati al 2018. Solo in questo modo sarebbe possibile garantire la sostenibilità del debito pubblico del Paese ellenico. Tutto, per ora, rimane bloccato in attesa del voto decisivo del referendum di domenica.

Il match - sarà trasmesso in diretta tv sui canali calcio di Sky Sport e Mediaset Premium, che anche quest'anno rendono disponibili gratis per gli abbonati i servizi di streaming Sky Go e Premium Play, che permettono di vedere le partite in diretta live su iPad, iPhone e tablet e cellulari Android.
Anche gli operatori telefonici Tim e Vodafone danno la possibilità di vedere in diretta le partite della propria squadra del cuore su tablet e cellulare.
Degno di nota anche SkyGoOnline che permette di acquistare la partita - per chi non è abbonato a Sky, con la stessa qualità che offre la tv satellitare. Il prezzo della singola partita è di 9.90 Euro, ma spesso ci sono interessanti promozioni che permettono di ridurre il costo.
Oltre alle possibilità indicate in precedenza, alcune emittenti straniere come rendono disponibile le trasmissioni anche sui loro siti internet. Diversi di questi canali, addirittura, si possono vedere anche in numerose città e zone del Nord via antenna o satellite.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il