BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Pensioni Governo Renzi ultime notizie riforma: quota 100, mini pensione nulla eppure prelievo forzoso conti correnti è in vigore

Ennesima delusione per pensionati e lavoratori: via libera al prelievo forzoso mentre si attendono novità positive per le pensioni




Mentre auspici e richieste si concentrano sull’approvazione di modifiche pensionistiche che possano cambiare i requisiti di accesso ai trattamenti finali, come quota 100, piano Damiano-Baretta, staffetta generazionale, e sull’approvazione dell’assegno universale per tutti, le novità e ultime notizie sulle pensioni continuano ad essere negative.

La certezza è che il sistema pensionistico italiano è decisamente squilibrato tanto che tra gli obiettivi primari di modifica c’è quello di riportare equità tra tutti, l’altra è che invece di sostenere le pensioni e concretizzare misure di contrasto alla povertà si colpiranno ancora i risparmi, anche quelli dei pensionati che hanno lavorato una vita per metterli da parte.

E si tratta di un meccanismo che sarà innescato dal cosiddetto bail in, approvato dalla Camera e che indica il prelievo forzoso dai conti correnti da parte delle banche stesse in crisi finanziaria. Grazie al bial in, le banche che rischiano il fallimento possono autofinanziarsi prelevando i risparmi dei loro clienti anche senza autorizzazione dei correntisti stessi.

Ed è un’operazione perfettamente legale, sancita da un emendamento della Comunità Europea, la direttiva europea 2014/59/UE, che permette infatti alle banche di eseguire tale prelievo. Il prelievo forzoso al momento dovrebbe interessare i conti correnti superiori ai 100mila euro, ma secondo le previsioni questa soglia potrebbe abbassarsi fino a 30mila euro, il che chiaramente significherebbe ampliare naturalmente la platea di persone che potrebbero veder i propri risparmi andare letteralmente in fumo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il