BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: quota 100, mini pensione, assegno universale crisi Grecia e Cina molto differenti

Le incerte questioni in Grecia e in Cina rischiano di avere rilevanti ripercussioni sull'economia in Italia e sul percorso delle riforme.




Fari puntati sulle turbolenze dei mercati asiatici e sulla questione Grecia. Si tratta di due questioni destinate ad avere ripercussioni anche in Italia e sul suo percorso di riforme, comprese quelle sulle pensioni. A preoccupare maggiormente, in realtà sono le conseguenze sull'economia globale di queste giornate burrascose in Cina. Anche se il peggio è alle spalle, non c'è dubbio che si tratta di una situazione a tratti incontrollabile in cui ballano migliaia di miliardi di dollari. Quasi paradossalmente, la situazione in Grecia è sotto controllo: una sua eventuale uscita dall'area euro non fa più così paura ed è stata messa in conto.

Da parte sua, il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, sottolinea ancora una volta che l'Italia non ha nulla da temere dalla Grecia. Se nel 2012 il rischio di un contagio poteva essere elevato - a luglio di quell'anno lo spread superava i 500 punti base mentre ora viaggia intorno ai 150 - ora "l'euro è più forte" per i grandi progressi nell'integrazione a livello europeo e anche "l'Italia è più forte e resistente perché fa le riforme e torna a crescere". Anche se, avverte l'Ocse nel suo rapporto sull'occupazione, "la crescita dell'Italia resterà timida per un po' di tempo", con un Pil in aumento nel 2015 e nel 2016 ma "al di sotto della crescita prevista per l'eurozona e l'insieme dell'Ocse".

Il problema maggiore resta proprio il lavoro, con il 42,7% dei giovani senza una occupazione e il 56% degli impiegati under 25 che è precario. La visione dell'Ocse trova riscontro anche in quella dell'Fmi, che conferma le stime di crescita ma evidenzia come l'Italia resti la maglia nera fra i paesi dell'area. Nel caso di concessione al paese ellenico ovvero di allentamento dell'austerity, a beneficiarne potrebbe essere anche l'Italia che avrebbe così margini margini a disposizione per fare le riforme, compresa quella sulle pensioni, finora rese impossibili per l'assenza di coperture economiche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il