BusinessOnline - Il portale per i decision maker








770 2015, 730 2015, rimborsi, Certificazione unica, multe, sanzioni: novità questa settimana Agenzia Entrata e operatori settore

Novità della settimana proroga 730 2015, invio delle Cu dei lavoratori autonomi e 770 2015: al momento nessun rinvio per ques’ultimo




E’ stato prorogato per tutti al prossimo 23 luglio il termine di presentazione del modello 730 2015, rinvio che, come ha deciso l’Agenzia delle Entrate, vale anche per i contribuenti che hanno deciso di procedere da soli con modifiche, correzioni e integrazioni della dichiarazione dei redditi inviata online dalle Entrate stesse lo scorso aprile. La nuova data di scadenza di presentazione del 730, la cui proroga, ricordiamo, riguarda sia il modello precompilato che quello tradizionale cartaceo, implica anche novità per quanto riguarda i tempi di erogazione dei rimborsi.

Chi, infatti, vanta crediti Irpef, solitamente riceve i rimborsi nelle buste paga di luglio o nelle pensioni di agosto, ma considerando che si avrà tempo fino quasi a fine luglio per inviare al Fisco il nuovo 730 corretto o modificato, sarà impossibile procedere ai regolari rimborsi di luglio. Probabilmente slitteranno tutti ad agosto, ma è possibile che si vada oltre anche di qualche mese. Nessun rinvio, invece, al momento previsto per l’invio del modello 770 2015 la cui scadenza resta fissata al 31 luglio prossimo, nonostante i Consulenti del Lavoro ne abbiano chiesto uno slittamento, considerando che i dati riportati nel 770 sono superflui nell’immediatezza visto che sono gli stessi contenuti nelle Cu già trasmesse all’Agenzia delle Entrate dai sostituti di imposti, necessarie per la predisposizione del nuovo 730 precompilato 2015.

Il ministro dell’Economia Padoan ha, tuttavia, chiarito non vi sono i motivi per prorogare la presentazione del 770, motivo per cui al momento la scadenza resta fissata per la fine di questo mese. Ricordiamo che l’invio del modello deve essere effettuato esclusivamente online attraverso l’Agenzia delle Entrate. Entro il prossimo 31 luglio deve essere presentata anche la Certificazione Unica dei lavoratori autonomi che non presentano il 730 precompilato. I soggetti interessati sono i lavoratori autonomi, titolari di partita Iva in regime ordinario e titolari di partita Iva in vecchio regime dei minimi; ma non riguarda i titolari di partita Iva in nuovo regime forfettario perché tale regime è in vigore da quest’anno e, quindi, non possibile aver prodotto redditi con tale regime fiscale nel 2014.

I sostituti d’imposta che non hanno inviato le certificazioni uniche dei citati lavoratori autonomi entro la scadenza del 9 Marzo non sono soggetti ad alcuna sanzione amministrative e se hanno già inviato certificazioni errate è possibile procedere alla sostituzione e ad un nuovo invio con i dati corretti.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il