BusinessOnline - Il portale per i decision maker








770 2015 semplificato, ordinario: proroga Agenzia Entrate discussione e soluzioni problemi rimanenti 730 2015, Durc Online, CU

Novità invii modelli 730 e 770 2015: confermata proroga per tutti per il primo, nulla per il secondo ed è polemica. Le ultime notizie




Quando sembra ormai svanita la possibilità che venga approvato un rinvio per il via ufficiale online del Durc Onile al prossimo 30 settembre, è stata confermata la proroga della presentazione del modello 730 2015 al prossimo 23 luglio per tutti, anche per i contribuenti che hanno deciso di procedere da soli modifiche, correzioni e integrazioni della dichiarazione dei redditi inviata online dall’Agenzia delle Entrate. La proroga di presentazione del modello al 23 luglio implica anche il rinvio dei rimborsi da erogare per chi vanta crediti Irpef.

Ogni anno, di solito, vanta dei crediti riceve i rimborsi nelle buste paga di luglio o nelle pensioni di agosto, ma avendo prorogato il termine quasi alla fine di luglio sarà decisamente impossibile procedere ai regolari rimborsi di luglio che slitteranno probabilmente ad agosto, o anche di qualche mese.

Polemica invece sul termine di presentazione del 770 2015: i Consulenti del Lavoro avevano chiesto di rimandare anche l’invio di questo modello dal 31 luglio al prossimo mese di settembre, ma il ministro dell’Economia ha chiaramente detto che non vi sono motivi pratici e reali tali da dover prorogare la presentazione del 770. Il termine di presentazione è lo stesso sia che il modello venga presentato direttamente dal sostituto d’imposta sia che venga presentato tramite intermediario abilitato. In ogni caso, la spedizione deve avvenire telematicamente attraverso l’Agenzia delle Entrate.

Se l’invio viene effettuato direttamente dal sostituto di imposta, questi deve utilizzare obbligatoriamente il servizio telematico Entratel, qualora la dichiarazione sia presentata per un numero di soggetti superiore a venti, o il servizio telematico Fisconline, qualora la dichiarazione sia presentata per un numero di soggetti non superiore a venti. Se il modello viene presentato da un commercialista, un consulente del lavoro o altro intermediario abilitato bisogna servirsi del canale Entratel. Gli intermediari hanno l’obbligo di trasmettere, per via telematica, all’Agenzia delle Entrate, sia le dichiarazioni da loro predisposte per conto del dichiarante sia le dichiarazioni predisposte dal contribuente per le quali hanno assunto l’impegno della presentazione.

Nonostante la chiarezza fatta sulle modalità, resta comunque la perplessità sulla mancata proroga, per cui si continua a fare un tira e molla con l’Agenzia delle Entrate, nonostante le dichiarazioni del ministro Padoan, perché, considerando il nuovo obbligo per i sostituti d’imposta di trasmettere le nuove Certificazioni Uniche (che da quest’anno sostituiscono il Cud), l’invio del Modello 770 2015 che, contiene gli stessi dati, può ritenersi ormai un adempimento superfluo, visto che le informazioni riportate e necessarie sono già in possesso dell’Amministrazione Finanziaria.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il