BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Renzi e Boeri: una buona parte del piano riceve consensi da cittadini seppur ancora da definire

Piace il piano pensioni presentato dal presidente dell’Inps Boeri anche se mancano i dettagli precisi: le novità e ultime notizie dai cittaini




Dopo tanta attesa, il presidente dell’Inps Boeri in settimana ha presentato il suo nuovo piano di interventi sulle pensioni e le novità e ultime notizie confermano un certo sostegno alle misure da lui presentate. I risultati dei primi sondaggi online in merito, così come i commenti su forum e social e email che ci arrivano riportano infatti l’appoggio da parte di tanti al piano Boeri che sembra essere, dunque, stato particolarmente apprezzato anche se presentato nelle sue linee guida generali, senza alcun dettaglio particolare, e criticato da altri.

Boeri ha infatti parlato dall’introduzione dell’assegno universale per gli over 55, del ricalcolo dell’assegno,e del contributo di solidarietà ma ci si chiede come saranno modulati assegno e ricalcolo e quali sono le soglie delle pensioni che il contributo colpirà e in quali modalità. Mancano dettagli in tal senso che probabilmente verranno definiti dopo gli incontri con i sindacati (già avvenuto), con i ministri dell’Economia e del Lavoro Padoan e Poletti, e con il premier Renzi.

Altro dato emerso è che i cittadini appoggerebbero una tassa una tantum sulle pensioni, applicata con equità e necessaria per rilanciare occupazione, soprattutto giovanile. I primi a dare disponibilità su questa misura sono proprio i beneficiare della sentenza della Consulta che si dicono pronti a fare meno dei risarcimenti per il bene del Paese e il rilancio dell’economia. L’idea è comunque quella di colpire i vitalizi dei politici e di coloro che percepiscono pensioni decisamente elevate in parte risultato del vecchio sistema retributivo, idea confermata anche dalle prime misure dell’operazione trasparenza avviata da Boeri stesso sui piloti, o i dipendenti Enel.

Bene anche l’intenzione di dare avvio all’assegno universale da estendere gradualmente poi a tutti, così come è stata particolarmente apprezzata anche l’ultime parte del discorso di Boeri, principalmente indirizzata all’Ue, perché lasci libertà al Paese di agire per il bene dei lavoratori, tornando e porre il valore dell’uomo al centro degli interessi. Ora i cittadini aspettano i prossimi dettagli.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il