BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni riforma ultime notizie Renzi confronto e incontri settimana in attesa appuntamento domani giovedì sindacati Poletti

Gli importanti appuntamenti della settimana che potrebbero avere conseguenze sulle pensioni: le novità e ultime notizie e cosa aspettarsi




Ci si prepara ad una settimana ricca di appuntamenti importanti per il futuro delle pensioni: si parte oggi, lunedì 13 luglio, con la ripresa degli incontri sulla discussione della riforma della P.A., su cui spinge da settimane il premier Renzi, considerando che dall’esito di determinate questioni, come le risorse necessarie da impiegare per lo sblocco dei contratti pubblici, si potrà capire quanti soldi rimangono per ulteriori interventi positivi. Tra le novità e ultime notizie particolarmente attese, l’incontro di giovedì prossimo 16 luglio tra il ministro del Lavoro Poletti e i sindacati.

La serie di appuntamenti che continueranno e verteranno su questioni sociali e pensioni sono stati decisi tempo fa, almeno fino a quando non si troveranno soluzioni condivise capaci di soddisfare tutti. Occhi puntati in questi giorni anche sulla questione greca: nel mentre dell’Eurogruppo alla ricerca di un accordo con la Grecia, su cui però sembra sia difficile trovare un compromesso, tra pacchetto di riforme del premier greco Tsipras, fissate e su cui non intende applicare alcuna revisione, e braccio di ferro della Germania.

E mentre in Parlamento l’andamento delle discussioni sulle diverse riforme avviato sembra bloccato a causa dell’ingorgo di leggi creatosi, esattamente come l’anno scorso, e che probabilmente difficilmente si sbroglierà prima della pausa estiva, si studiano anche i rimpasti di governo che dovrebbero essere confermati a fine mese o anche prima e che certamente saranno importanti per la definizione delle misure della prossima Manovra Finanziaria e quindi anche per le pensioni.

Martedì 21 luglio, il premier Renzi sarà al Quirinale per il giuramento di Quagliariello come nuovo ministro per gli Affari regionali e saranno presentate nello stesso giorno nuove nomine per la formazione della squadra di governo. Al posto di Lapo Pistelli come viceministro degli Esteri sarà nominato Enzo Amendola, attuale responsabile esteri del Pd; Claudio De Vincenti vice ministro dello Sviluppo sarà sostituito da Cesare Damiano; sarà nominato sottosegretario Ncd alle Infrastrutture un membro di Scelta Civica. Novità previste anche per le Commissioni parlamentari: in quella Affari Costituzionali di Montecitorio Francesco Paolo Sisto potrebbe essere sostituito da Emanuele Fiano; alla Difesa al posto di Elio Vito potrebbe subentrare Gian Piero Scanu; alle Finanze forse Marco Causi; alla commissione Cultura potrebbe arrivare Flavia Piccoli Nardelli.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il