BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Renzi e Madia pronti a far passare part time con effetti per privati in riforma pubblica amministrazione

Approvazione nuove emendamento part time in riforma P.A. fa ben sperare in possibili novità pensioni: ultime notizie e cosa potrebbe cambiare




Il premier Renzi qualche giorno fa ha deciso di accelerare sulla riforma della Pubblica Amministrazione, complessa nella sua definizione, in discussione ormai da lungo tempo, ma cruciale per capire quante e quali risorse economiche saranno disponibili da poter utilizzare nella prossima Manovra Finanziaria per eventuali interventi pensionistici.

Le novità e ultime notizie confermano, infatti, che dall’esito della definizione di interventi come gli aumenti degli stipendi degli statali dipenderanno le possibilità, o meno, di modificare la previdenza. Ma la novità di oggi è che la discussione sulla riforma della P.A. non sarà cruciale solo in tema di risorse ma anche per piani di prepensionamento.

A sorpresa, infatti, dopo una prima bocciatura l’anno scorso da parte della Ragioneria di Stato e una seconda per la norma che avrebbe voluto che i contributi venissero pagati direttamente dai contribuenti, è stato approvato un emendamento sul part time contenuto nella Delega sulla P.A. in Commissione Affari Costituzionali.

Il disegno di legge delega di riforma della P.A., già approvata in Senato, offre ai dipendenti pubblici cui mancano pochi anni al raggiungimento della pensione la possibilità di passare da lavoro full-time a impiego part-time, con una riduzione dell’orario di lavoro, con riduzione del salario ma, anche in questo caso, continuando a pagarsi i contributi per gli anni restanti alla pensione. Il dipendente pubblico dovrà integrare in piena autonomia i contributi mancanti tramite il riscatto o la prosecuzione volontaria così come fanno del resto i lavoratori del settore privato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il