BusinessOnline - Il portale per i decision maker








770 2015: proroga e semplificazioni fattibili con Agenzia Entrata e Padoan dopo richiesta ufficiale. Facciamo chiarezza

Al momento la scadenza di presentazione del modello 770 2015 resta fissata al prossimo 31 luglio: modalità di invio e possibili novità




Tra proroghe di modello 730 2015 e richieste di proroghe di Durc Online e modello 770 2015, regna ancora grande confusione. Il rinvio del 730 è stato approvato per tutti al prossimo 23 luglio mentre per la proroga del 770 tutto è ancora piuttosto in ballo. Al momento la scadenza resta fissata al prossimo 31 luglio, soprattutto dopo che il ministro dell’Economia Padoan ad inizio giugno aveva detto che non vi sarebbe stata alcuna proroga al prossimo settembre giacchè non sussistono i motivi oggettivi per il rinvio della trasmissione del modello.

Il termine di presentazione è lo stesso sia che il modello venga presentato direttamente dal sostituto d’imposta sia che venga presentato tramite intermediario abilitato. L’invio deve avvenire esclusivamente in via telematica tramite i canali dell’Agenzia delle Entrate. Se viene effettuato in maniera diretta da parte del sostituto, bisogna usare obbligatoriamente il servizio telematico Entratel, qualora la dichiarazione sia presentata per un numero di soggetti superiore a venti; o il servizio telematico Fisconline, qualora la dichiarazione sia presentata per un numero di soggetti non superiore a venti. Se, invece, la presentazione avviene tramite intermediario abilitato (commercialista, consulente del lavoro, ecc.) si usa il canale Entratel.

Gli intermediari hanno l’obbligo di trasmettere, per via telematica, all’Agenzia delle Entrate, sia le dichiarazioni da loro predisposte per conto del dichiarante sia le dichiarazioni predisposte dal contribuente per le quali hanno assunto l’impegno della presentazione.

Quest’anno l’invio del 770 avrebbe dovuto essere decisamente semplificato, considerando che i dati e le informazioni in esso contenute sono le stesse riportare già nelle Certificazioni Uniche, che hanno sostituito da quest’anno il Cud, inviate già dai sostituti di imposta a lavoratori e Agenzia delle Entrate lo scorso marzo. E proprio per questo l’Associazione Nazionale dei Commercialisti ha chiesto di prorogare il termine di invio del 770 al prossimo 30 settembre, al momento delusa, però, come detto, dalle dichiarazioni di Padoan.

Il ministro dell’Economia ha infatti detto che “per il primo anno di avvio sperimentale del progetto di predisposizione della dichiarazione precompilata e di trasmissione delle certificazioni uniche si è ritenuto opportuno non intervenire con modifiche sostanziali sugli adempimenti già in essere, che avrebbero potuto determinare ricadute negative su un processo già molto articolato e complesso”. E’, tuttavia, probabile che a causa delle continue richieste che continuano ad arrivare la posizione di Padoan possa cambiare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il