BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: nuova circolare INPS prepensionamento con contributivi figurativi. Per chi, come

Al via versamento dei contributi figurativi per chi vuole andare in pensione prima e altre possibilità di prepensionamento in vigore: le novità




Le novità e ultime notizie confermano la possibilità di versamento dei contributi figurativi per chi vuole  accedere al prepensionamento in casi di mobilità, eccedenza di personale, ed eccedenza di personale con qualifica di dirigente, meccanismo possibile solo per i datori di lavoro con più di 15 dipendenti e a condizione che l'anticipo sia massimo di quattro anni, sia frutto di un accordo sindacale e il datore di lavoro versi all'Inps l'onere della retribuzione-pensione, inclusi i contributi figurativi, erogata ai lavoratori durante il pre-pensionamento.

Le novità comunicate dall’Inps riguardano il calcolo dell'onere della contribuzione figurativa a carico del datore di lavoro e che avviene sugli ultimi quattro anni (come la Naspi) e non più su due (come l'Aspi). Inoltre, a prescindere dalla data di presentazione della domanda di esodo, l’azienda sarà tenuta al versamento della contribuzione figurativa correlata per lavoratori posti in esodo. Altra possibilità già in vigore che permette di andare in pensione prima è quella valida per i lavoratori precoci che, come stabilito dalla Manovra 2015, possono accedere prima alla pensione senza alcuna decurtazione sul proprio assegno finale.  Ma è una misura sperimentale fino al 2017, per cui non definitiva.

Altra norma prevede poi la possibilità di andare in pensione prima per gli iscritti ai fondi di previdenza complementare disoccupati da più di due anni e a cui mancano meno di dieci anni per maturare i requisiti pensionistici richiesti. Questi lavoratori possono infatti chiedere ‘in caso di cessazione dell'attività lavorativa che comporti l'inoccupazione per un periodo di tempo superiore a 24 mesi, le prestazioni pensionistiche siano, un anticipo massimo di dieci anni rispetto ai requisiti per l'accesso alle prestazioni nel regime obbligatorio di appartenenza’.

Possono lasciare il lavoro prima anche gli aderenti dei fondi pensione individuali che possono riscattare l'intera prestazione maturata se si perdono i requisiti di adesione al fondo antecedenti il pensionamento. Si tratta tuttavia di poche e singole possibilità in vigore nell’attesa che il governo definisca meccanismi di prepensionamento validi per tutti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il