BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi resoconto, cosa è stato detto discussione e appuntamento Sindacati e Poletti

Domani 16 luglio nuovo incontro sindacati e ministro del Lavoro Poletti: le novità e ultime notizie e cosa potrebbe risultare




AGGIORNAMENTO: Il resonconto dell'appuntamento con i sindacati lo abbiamo visto in questo articolo, le novità e ultime notizie di cosa si siano detti

Ancora novità in tema di pensioni da parte dei sindacati: dopo la manifestazione di ieri 14 luglio, organizzata dai sindacati dei pensionati Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Uilp-Uil a Roma, in occasione della discussione in Senato per la conversione in legge del decreto del governo sulle pensioni, domani, giovedì 16 luglio, prosegue il tavolo di confronto tra i sindacati stessi dei pensionati e il ministro del Lavoro Poletti su questioni sociali e questione previdenziale, per cercare risposte concrete ad una situazione pensioni decisamente gravosa per molti.
 
I sindacati chiedono che sia ristabilito il montante delle pensioni in essere e che siano aumentate le pensioni minime. I dati, del resto, sono preoccupanti: secondo i numeri Inps, infatti, milioni di pensionati vivono con meno di mille euro al mese e altrettanti anche con  una somma che si aggira sui 500 euro, somma che chiaramente non consente una vita dignitosa. Molto probabilmente, però, l’incontro di domani potrebbe essere solo interlocutorio considerando che il ministro Poletti non ha preparato come Ministero del Lavoro alcuna proposta di legge concreta.

Di certo c’è che la strada per la definizione di novità previdenziali che sappiano soddisfare le richieste dei sindacati, e non solo, sarà ancora molto lunga. Molto dipenderà, come ribadito più volte, dall’andamento dell’economia italiana e dalla disponibilità di ricorse finanziarie restanti dopo interventi prioritari da mettere in atto, come quello del risarcimento ai pensionati che negli passati non hanno goduto della rivalutazione delle loro pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il