BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: Gutgeld e spending review il secondo passaggio di Renzi dopo Boeri e suo piano

Prima il piano pensioni del presidente dell’Inps, Tito Boeri, e ora si attendono i tagli della spending review del commissario Gutgeld: le novità pensioni del governo Renzi




Prima il piano pensioni del presidente dell’Inps, Tito Boeri, ora si attendono i tagli della spending review del commissario Gutgeld: le novità e ultime notizie confermano fondamentalmente i passaggi del premier Renzi per arrivare a interventi pensionistici. Partendo dal piano Boeri, prevede misure che, seppur limitate, sono decisamente importanti, così come finora sono stati importanti tutti gli interventi già messi in atto da Boeri, da operazione trasparenza a debutto della busta arancione. Finora, poi, è l’unico piano ufficialmente presentato per modifiche pensionistiche e che finalmente potrebbe portare alla separazione di spesa assistenziale e spesa pensionistica.

Boeri dice inoltre stop ai vitalizi dei politici, prevede un contributo di solidarietà sulle pensioni d’oro, e apre le porte a possibilità di prepensionamento per tutti coloro che desiderano andare in pensione prima ma solo attraverso un calcolo dei contributi versati durante il periodo della propria attività lavorativa. Previsto anche l’assegno universale per gli over 55, che tanti attendevano e che serve per tutelare persone che potrebbero ritrovarsi in serie difficoltà economiche.

Tra le altre misure unificazione e armonizzazione dei trattamenti pensionistici con eliminazione delle ricongiunzioni onerose; e possibilità di continuare ad effettuare versamenti anche se in pensione, per incrementare l’assegno finale. Le reazioni di cittadini ed esponenti politici alle misure del piano Boeri sono state piuttosto positive e ora si attende la reazione del piano di tagli del commissario della spending review Gutgeld, in parte contenuti già nel Def.

Si tratta infatti di interventi negativi su baby pensioni, pensioni di invalidità, reversibilità, cumulo, baby pensioni, già annunciati e ormai quasi pronti all’approvazione definitiva che, insieme alle misure di Boeri, rappresenterebbero il primo passo per poi arrivare ad ulteriori interventi pensionistici positivi, probabilmente però nel 2016. Gli interventi negativi potrebbero essere decisi con Gutgeld ma tutto dipende anche dalla capacità di sforamento del 3% contrariamente a quanto imposto dall’Europa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il