Ultime notizie pensioni anticipate se i pochi dati economici buoni subito azzerati da negativi difficile poter procedere

Senza crescita economica non ci potrà essere alcuna riforma nel sistema delle pensioni in Italia. Quali sono le ultime notizie?

Ultime notizie pensioni anticipate se i


Nuovo record per il debito pubblico italiano che, come comunicato da Bankitalia, è cresciuto in un solo mese di 23,4 miliardi di euro fino a sfondare la quota di 2.218,2 miliardi di euro. Sale anche l'inflazione, che a giugno si attesta allo 0,2%, in aumento dallo 0,1% di maggio. La novità è stata rilevata dall'Istat rivedendo al rialzo la stima preliminare fissata allo 0,1%. Si tratta di numeri da tenere in considerazione nel contesto delle riforme, soprattutto quella delle pensioni, che non lasciano ben sperare nel breve e medio periodo. Alla base della staticità nella ristrutturazione del sistema previdenziale italiano ci sono infatti problemi economici, evidentemente acuiti da un debito pubblico che non cala.

Lo stesso Tito Boeri, presidente dell'Inps, ha spiegato in sede di presentazione del piano di riforma delle pensioni, come le necessità sociali vadano coniugate con la sostenibilità economica. Di positivo c'è la crescita dei consumi in Italia. Nel 2015 segneranno un +1,2% spinti da una prima ripresa dell'occupazione, bonus e grandi eventi, per poi proseguire a un ritmo di crescita dell'1,1% nei due anni successivi, toccando nel 2017 i 956 miliardi di euro. Secondo quanto emerge dall'ultima Rapporto Club Consumo di Prometeia però, la crescita sarà inferiore alla media europea e gli italiani, diventati cauti con la crisi, non oseranno molto, restando ancora per un bel po' di tempo lontani da quella cifra di 1.002 miliardi di euro raggiunta nel 2007.

Quest'anno i consumi ammonteranno infatti complessivamente a prezzi correnti a 936,6 miliardi di euro, circa 65 in meno rispetto a 8 anni fa, e in percentuale cresceranno meno dei redditi che segneranno un +1,4%. Expo, Giubileo, incentivi fiscali (80 euro, bonus bebè, anticipo Tfr, agevolazioni per ristrutturazioni e acquisto mobili ed elettrodomestici), insieme al calo del prezzo del petrolio, incideranno sulla crescita dei redditi per lo 0,9% in termini nominali.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il