BusinessOnline - Il portale per i decision maker








770 2015: quando proroga e come potrebbe essere decisa nell'attuale situazione

Sono ancora tante le incognite in merito alla reale possibilità che vengano prorogati i tempi di consegna del modello 770 2015.




Arriverà la proroga della scadenza dei tempi di trasmissione del modello 770 2015? Allo stato l'ultimo giorno utile per mettersi in regola la scadenza fiscale rimane il 31 luglio, ma le richieste di uno slittamento, magari al 30 settembre, continuano a essere numerose. Troppo le scadenze fiscali, fanno notare commercialisti e associazioni di categoria, soprattutto alla luce dello slittamento del 730 2015 con tutti i problemi sorti in seguito all'introduzione del precompilato, per portare a termine l'operazione nei tempi stabiliti e senza errori. Entro una decina di giorni potrebbe arrivare la comunicazione dell'Agenzia delle Entrate, nonostante la recente chiusura manifestata dal ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan.

I tempi sono molto ristretti, ma non è da escludere, così come è accaduto per il 730 2015, una proroga sul filo di lana. La dichiarazione si compone di due modelli: il 770 Ordinario e il 770 Semplificato. Nel primo vanno indicati le ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale, operazioni di natura finanziaria e indennità di esproprio e i versamenti effettuati, compensazioni operate e crediti d'imposta utilizzati.

Nel primo i dati relativi alle certificazioni rilasciate ai contribuenti ai quali sono stati corrisposti: ovvero i redditi di lavoro dipendente, equiparati e assimilati; le indennità di fine rapporto; le prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione; i redditi di lavoro autonomo; le provvigioni e i redditi diversi; i dati contributivi, previdenziali, assicurativi e quelli relativi all'assistenza fiscale prestata per il periodo d'imposta cui si riferisce la dichiarazione; i dati dei versamenti effettuati, dei crediti e delle compensazioni operate; i dati relativi alle somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi nonché le ritenute operate sui bonifici disposti dai contribuenti per usufruire di oneri deducibili o per i quali spetta la detrazione d'imposta.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il