BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: quota 100, assegno universale, mini pensione.Resoconto incontro Poletti e sindacati

Non è ancora arrivata la sintesi delle posizioni di governo e sindacati sulla strada da percorrere per cambiare le pensioni in Italia. Poche novità all'orizzonte.




Governo e sindacati si incontrano sulla riforma pensioni, ma a quanto pare non è stata ancora individuata la strada da seguire. C'è ancora confusione su tempi, modi e ricette da adottare per rendere il sistema meno rigido senza intaccare i risparmi dello Stato. Stando alle ultime notizie che sono arrivate dall'incontro di ieri tra le organizzazioni sindacali e Giuliano Poletti, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, oltre a un tavolo sui temi economici, ne sarà allestito un secondo quelli sociali. Come dimostrato i dati più recenti, povertà e non autosufficienza sono due temi costantemente all'ordine del giorno.

Il ministro Poletti ha intenzione di proseguire il confronto: "Dobbiamo fare una riflessione attenta sulla tenuta del valore dell'assegno perché c'è una norma che cesserà la sua validità e c'è da decidere se confermarla o modificarla". Si tratta della disposizione sulla rivalutazione pari all'inflazione per pensioni fino a 3 volte il minimo e solo di percentuali decrescenti dell'aumento del costo della vita per gli importi superiori. Calendario alla mano va infatti in scadenza nel 2017.

Nelle relazioni con le parti sociali occorre considerare anche la posizione di Confindustria. Per crescere e creare occupazione - spiega Giorgio Squinzi, il presidente dell'associazione degli industriali italiani - occorrono investimenti, c'è bisogno che le imprese siano competitive: obiettivi per i quali servono non solo le riforme da parte del governo, ma anche "relazioni industriali moderne". Bisogna concludere l'applicazione dell'accordo sulla rappresentanza: "Abbiamo fatto un'intesa con i sindacati, ma non siamo riusciti a scrivere un testo interpretativo", ha detto. Altra priorità il tema dei contratti, alla vigilia di una serie di rinnovi, dai metalmeccanici ai chimici. In uno scenario in cui il governo ha ipotizzato un intervento legislativo su salario minimo e rappresentanza.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il