BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: legge nuova importante in vigore presto seppur non deciso dal Parlamento

Ultime notizie su possibile proroga del contributivo donna nonostante ostacoli e difficoltà: situazione attuale e novità




Si tentenna ancora ma le ultime notizie sulla questione pensioni potrebbero portare, a sorpresa, una novità: un nuova legge importante nonostante la spaccatura interna del Pd, nonostante l’ingorgo di leggi in Parlamento, nonostante le discussioni sulle varie riforme procedano a rilento e non vi sia più la convergenza di prima sulle modifiche pensionistiche tra di diversi partiti. In questo contesto, però, potrebbe arrivare, d’accordo tra Inps e Ministro del Lavoro, la proroga del contributivo donna, confermando esclusivamente il rinvio di una legge già fatte e già stata in vigore e che deve essere solo prolungata per permettere alle donne lavoratrici di andare in pensione prima.

Il presidente dell’Inps Boeri si dice favorevole a questa proroga cui aveva aperto già tempo fa, anche il premier Renzi apre e in settimana la Commissione Lavoro della Camera ha chiesto all’Inps di cancellare le circolari che impediscono alle lavoratrici che hanno maturato i requisiti nel 2015 di andare in pensione prima con il calcolo contributivo.

La richiesta è quella di permettere la maturazione dei requisiti richiesti, vale a dire 57 anni per le dipendenti e 58 per le autonome, con 35 anni di contributi e accettando di calcolare la pensione finale esclusivamente con sistema contributivo, quindi ridotta di circa il 25-30%, fino al 31 dicembre 2015, ed anche oltre, come avanzato da molti, senza considerare anche le finestre.

Solo qualche settimana fa, il ministro del Lavoro Poletti aveva dichiarato che il temporeggiare sull’approvazione della proroga del contributivo donna derivava da un problema interpretativo della norma, anche se si tratta di dichiarazioni che hanno destato particolari perplessità, considerando che non ci sarebbe nulla da interpretare, visto che è una legge già esistente solo da rinviare.

Se dovesse passare, pur non essendo una legge nuova, rappresenterebbe un segnale molto importante. Bisognerà vedere cosa decideranno Tecnici del Tesoro, Ministero dell’Economia e Ragioneria che hanno sempre bloccato questa legge in punto di approvazione, per lamentata mancanza di risorse economiche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il