BusinessOnline - Il portale per i decision maker








770 2015 ordinario e semplificato: novità della settimana tra richieste, aperture Agenzia Entrate e semplificazioni potenziale

Chi deve presentare il modello 770, modalità di presentazione versione ordinaria e semplificata: attese risposte ufficiali su richiesta di proroga. Le novità




Il 31 luglio scade il termine al momento fissato per l’invio del modello 770 2015. Anche per la trasmissione di questo modello è stata chiesta una proroga al prossimo 30 settembre, considerando i tanti adempimenti fiscali del mese che toccano a Caf, commercialisti e altri professionisti abilitati e il fatto che nel 770 sono riportati dati già in possesso dell’Agenzia delle Entrate, visto che inseriti nelle Certificazioni Uniche che sono state già inviate alle Entrate, necessarie per la predisposizione del modello 730 2015 e che nel caso degli autonomi saranno inviate sempre entro il 31 luglio.

Nonostante questa semplificazione, il ministro dell’Economia ha respinto al momento la richiesta di proroga ma tutto sembra ancora in ballo. Il modello 770 è utilizzato dai sostituti d’imposta, datori di lavoro o enti di previdenza che per legge sostituiscono il contribuente nei rapporti con il fisco, per comunicare in via telematica all’Agenzia delle Entrate i dati fiscali relativi alle ritenute operate nell’anno 2014, e deve essere presentato da società di capitali; enti non commerciali e commerciali equiparati; condomini; associazioni non riconosciute, consorzi, aziende speciali; società ed enti non residenti nel territorio dello Stato; società di persone o aziende coniugali; società di fatto o irregolari; società o associazioni senza personalità giuridica costituite fra persone fisiche per l’esercizio in forma associata di arti e professioni; persone fisiche che esercitano imprese commerciali o imprese agricole; amministrazioni dello Stato; e curatori fallimentari, commissari liquidatori, eredi che non proseguono l’attività del sostituto d’imposta deceduto.

Il 770 può essere ordinario o semplificato: nel modello ordinario devono essere indicate le ritenute operate sui dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale, operazioni di natura finanziaria, e i versamenti effettuati, compensazioni operate e crediti di imposta utilizzati, in quello semplificato, invece, i dati relativi alle certificazioni rilasciate ai contribuenti ai quali sono stati corrisposti redditi di lavoro dipendente, equiparati e assimilati; indennità di fine rapporto; redditi di lavoro autonomo o provvigioni e redditi diversi; e altri redditi.

Il modello 770 deve essere inviato entro fine luglio, esclusivamente in via telematica, sia in versione ordinaria che semplificata, direttamente dal contribuente attraverso un intermediario abilitato, Caf o commercialista. Per la trasmissione telematica diretta bisogna servirsi del servizio telematico Fisconline, se la dichiarazione riguarda un numero di soggetti non superiore a 20, o del servizio telematico Entratel, se la dichiarazione interessa un numero di soggetti superiore a 20.

Se un sostituto d’imposta deve presentare il modello 770 semplificato per un numero di soggetti pari a 20 o inferiore, ma deve anche presentare il modello 770 ordinario per un numero di soggetti superiore a 20, deve utilizzare il servizio telematico Entratel per la trasmissione telematica di entrambi i modelli. Chi è già abilitato al servizio telematico Entratel deve comunque usare questo canale. La dichiarazione 770 si considera presentata nel giorno in cui si conclude la ricezione dei dati sul servizio telematico dell’Agenzia delle Entrate e si riceve la comunicazione rilasciata telematicamente dal Fisco che attesta tale ricezione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il