BusinessOnline - Il portale per i decision maker








770 2015 proroga discussione continua come semplificazioni e rimborsi 730 2015 più veloci, Durc Online. Domande e risposte

Chiarimenti e risposte a dubbi su invio modello 770 2015, tempi di erogazione rimborsi del 730 2015 e nuova procedura di invio del Durc online: le novità




E’ ormai tempo di dichiarazione dei redditi e tra appuntamenti fiscali per commercialisti, Caf e altri professionisti abilitati e scadenze di pagamenti per i contribuenti, le prossime settimane saranno decisamente ricche. Vediamo di fare chiarezza, soprattutto sulle situazioni di 770, 730 2015 e Durc Online.

Quando scade il termine di presentazione del modello 770 2015?

La scadenza attuale di invio del modello 770 è fissata al prossimo 31 luglio ma l’Associazione Nazionale dei Commercialisti ha chiesto il rinvio al prossimo settembre, soprattutto perché i dati contenuti nel modello sono gli stessi riportati nelle Certificazioni Uniche che sono già in possesso dell’Agenzia delle Entrate, inviate dai sostituti di imposta lo scorso marzo per i lavoratori dipendenti e che devono essere inviate sempre entro il 31 luglio per gli autonomi. Considerando, dunque, le stesse informazioni, si è chiesto più tempo per l’invio del 770 e mentre si attendono ancora risposte ufficiali da parte dell’Agenzia delle Entrate, il ministro dell’Economia Padoan ha già chiarito che non ci sarà alcuna proroga al prossimo settembre perché non ci sono motivi che spingono ad un necessario rinvio.

Quali sono le modalità di trasmissione del modello 770 2015?

L’invio del 770 deve avvenire esclusivamente in via telematica tramite i canali dell’Agenzia delle Entrate. Per presentare il 770 2015 si possono utilizzare, infatti, il servizio di Fisconline o quello telematico di Entratel. Il servizio Fisconline vale se la dichiarazione riguarda un numero di soggetti non superiore a 20, mentre quello Entratel, se la dichiarazione riguarda un numero di soggetti superiore a 20. Se il sostituto d’imposta ha presentato il modello 770 semplificato per un numero di soggetti che non supera i 20 con il servizio di Fisconline, può presentare anche l’ordinario con le stesse modalità solo se la dichiarazione presentata non è per più di 20 soggetti. Se, invece, il modello è riferito a più di 20 soggetti dovrà utilizzare i servizio telematico Entratel.

Quando saranno erogati i rimborsi dovuti per crediti del 730 2015?

Chi vanta crediti Irpef nel 730 solitamente ottiene i rimborsi o nelle buste paga di luglio o nelle pensioni di agosto, ma rimandando la presentazione del modello al prossimo 23 luglio per tutti sarà quasi impossibile effettuare i rimborsi regolarmente, per cui potrebbero slittare presumibilmente tutti ad agosto. Ma, secondo alcuni anche oltre, di qualche mese.

Come funziona la novità del Durc online?

E’ operativa dal primo luglio la nuova procedura per il rilascio del Durc online, il documento unico di regolarità contributiva, possibile dall’impegno congiunto di Inail, Inps, Casse edili e Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Il Durc contiene, infatti, i risultati delle verifiche effettuate parallelamente da Inail, Inps e Cassa Edile sulla posizione contributiva dell'impresa, e permette di verificare la regolarità contributiva con un’unica operazione nelle banche dati di Inps, Inail e Casse Edili, inserendo il codice fiscale del soggetto da controllare. Come detto, oltre che sui portali Inps e Inail, la verifica coinvolge le Casse Edili quando le imprese sono classificate o classificabili ai fini previdenziali nel settore industria o artigianato per le attività dell'edilizia.

Quali sono i vantaggi del Durc online?

Se fino all'avvio di questa nuova procedura l'impresa che risultava regolare doveva attendere anche un mese prima di ottenere il Durc, ora si può accedere all’archivio degli Istituti e delle Casse edili per ottenere subito la regolarità e se non sarà possibile in tempo reale, le cause dell’irregolarità saranno comunicate all’interessato, che potrà sanare la propria posizione entro 15 giorni. Vantaggi anche dal punto di vista economico, con un risparmio complessivo per la Pa e per le imprese.

Cosa hanno chiesto i Consulenti del Lavoro per il Durc Online?

Settimane fa i Consulenti del Lavoro hanno chiesto di rinviare l’entrata in vigore della nuova procedura del Durc Online al prossimo 30 settembre, ma non è stata comunicata alcuna novità.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il