BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie occorre fare piccoli interventi continui e bene tra cui pensioni per rilanciare economia non Imu, Tasi

Rilanciate novità e proposte su tanti temi, poco sulle pensioni in tutti i senza. Sono altre le ultime notizie che avremmo voluto sentire.




Tra le tante novità annunciate da Renzi l'Imu (tasi più precisamente) sulla prima casa permetterebbe di rispariare circa 5-6 miliardi di euro, mentre interessante, ma solo nel 2018, il taglio delle tasse per aziende, imprese e professionisti.

Sulle pensioni, si parla di un bonus, probabilmente di 80 euro, forse anche in autunnno. Ma sono tutte ultime notizie che lasciano con l'amare in bocca.

Sanno, e lo dico in una visione apolitica sincera, di cose già sentite dire, la famosa abolizione dell'ICI, il famoso patto con gli italiani. E poi sappiamo come è andato a finire tutto.

Sarebbe stato meglio sentire ultime notizie più concrete, novità più realistiche che raccontavano di come stanno andando le difficili riforme che si stanno cercando di fare e che addirittura già adesso bloccano il Parlamento.

Si parla di Rai, di riforma Unione Civili, ma sono tutte cose molto meno importanti della riforma della PA, vera, importante rivoluzionaria che al momento si sta trasformando in una serie di leggine e cavilli.

Ci vuole una riforma delle pensioni, della previdenza, del welfare, dell'assistenza vera, non con gli 80 euro e legata continuare con la riforma del lavoro l'unica cosa finora ben riuscita a questo Governo.

Le parole di Boeri sono state finora dei verie propri schiffoni alla politica, come quelli di Cottarelli che se ne è andata sulla spending review. Non si riesce a tagliare, anzi il costo aumento del debito aumento, nonostante le proiezioni, ma solo le proiezioni, sono positive.

Quanti italiani preferirebbero una vera e propria riforma delle pensioni, con le tante novità di cui parlaiamo come quota 100, contributivo, assegno universale, mini pensione per dare rilancio davvero alla disoccupazione giovanile bloccata dal turn over e dare fiato a persone che dopo 40 anni di lavoro non possono dare nulla, se una giusta esperienza nelle gisute dosi (vedesi part time volontaria) in determinati casi volutamenti personalmente?

Per fare il contributivo donna, o meglio per proseguirlo, i 6 miliardi dell'Imu risparmiati andrebbero benissimo e se ce nessiamo altri 9 si può fare per l'uomo.

Sapete quanti nuovo occupati si potrebbero creare, quanto aumenterebbe l'occupazione? e Quanto l'economia interna con giovani che spenderebberoi cìs come pensionati.

O l'assegno universale? O sistemare l'assistenza dividendolo con la previdenza con nuove forme di sostegno come si sta già facendo ( es i può migliorare per il lavoro)

L'imu è il minore dei mali, si rifaccia come detto il calcolo del catasto, e poi si decida chi deve pagare davvero, in base al suo reddito.

Perchè in tanti sono convinto sarebbero contenti di pagare l'imu sulla prima casa di 100-200 euro per vedere, però, un'Italia che riprta davvero.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il