BusinessOnline - Il portale per i decision maker








770 2015: proroga tra smentite e conferme ufficiale. Richieste, risposte Agenzia Entrate. Per chi, come e quale data

Scade il 31 luglio il termine di presentazione del modello 770 2015 nonostante commercialisti, Caf e Consulenti del Lavoro continuano a ribadire la necessità di una proroga a settembre: le novità




Scade il 31 luglio il termine di presentazione del modello 770 2015 nonostante commercialisti, Caf e Consulenti del Lavoro continuano a ribadire la necessità di una proroga al prossimo 30 settembre. C’è chi attende ancora risposte ufficiali da parte dell’Agenzia delle Entrate, con uno spiraglio ancora possibile di rinvio, ma il ministro dell’Economia Padoan ha già smentito tale possibilità in quanto non esisterebbero i motivi concreti per portare ad una proroga e perché considerando che il modello 730 precompilato è stata una misura sperimentale e per cui sono servite le Cu è bene comunque non avere eventuali problemi e presentare ugualmente in tempo il 770.

Tale spiegazione è stata necessaria perché la richiesta di proroga da parte dei professionisti abilitati è stata avanzata proprio in considerazione del fatto che il 770 riporta gli stessi dati inseriti nelle Cu, che sono state necessarie per la predisposizione del modello 730 precompilato 2015, e quindi già in possesso dell’Agenzia delle Entrate. Se, però, da una parte Padoan smentisce la proroga, dall’altra è possibile che essa arrivi esattamente come accaduto con il modello 730, decisa cioè dalle singole persone prima che dalle Entrate.

Per la presentazione del modello 770 2015, sia in versione ordinaria che semplificata, bisogna usare esclusivamente i canali telematici, o che si decida di inviarlo in autonomia o attraverso un intermediario qualificato, commercialista o Caf.  E per l’invio si possono usare il servizio di Fisconline o quello telematico di Entratel. In particolare, il servizio telematico Fisconline vale se la dichiarazione riguarda un numero di soggetti non superiore a 20, mentre quello Entratel, se la dichiarazione riguarda un numero di soggetti superiore a 20.

Se il sostituto d’imposta ha presentato il modello 770 semplificato per un numero di soggetti che non supera i 20 con il servizio di Fisconline, può presentare anche l’ordinario con le stesse modalità solo se la dichiarazione presentata non è per più di 20 soggetti. Se, invece, il modello è riferito a più di 20 soggetti dovrà utilizzare i servizio telematico Entratel. Anche per il modello 770, si può procedere al ravvedimento operoso in caso di mancato versamento, errori ed omissioni e presentazione tardiva delle imposte dovute nel modello.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il