BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ultime notizie pensioni anticipate rispetto a Imu e Tasi cancellazione sono nettamente più importanti per ripresa economia

Il governo sembra aver messo in secondo piano la questione della riforma delle pensioni in Italia, privilegiando altre scelte.




Siamo sicuri che l'Italia ha bisogno della cancellazione delle imposte sulla casa anziché di una vera riforma delle pensioni. Stando infatti alle novità comunicate dal premier Matteo Renzi, al centro del patto che intende stipulare con gli italiani, c'è il taglio delle imposte per 50 miliardi di euro entro il 2018. Questione coperture a parte, resta da capire se è proprio questa la strada che serve all'Italia per rilanciare l'economia e per venire a capo dei disagi sociali che stanno vivendo pensionati e disoccupati. Perché, ad esempio, non pensare a una vera staffetta generazionale, magari graduale attraverso l'introduzione del part time su base volontaria.

In questo modo sarebbero raggiunti due obiettivi in contemporanea: la possibilità per i lavoratori più anziani di ritirarsi con qualche anno di anticipo rispetto ai rigidi requisiti previsti con l'attuale legge previdenziale, l'ingresso nel mondo del lavoro dei più giovani. Certo, come spiegato dal presidente dell'Inps, Tito Boeri, una misura di questo genere avrebbe costi non trascurabili per lo Stato, ma i risultati sarebbero immediatamente apprezzabili. E che dire delle tante ipotesi fin qui prospettate e regolarmente cestinate come l'applicazione di quota 100 ovvero della somma di età anagrafica e di anni di contribuzione da raggiungere per accedere al trattamento previdenziale?

Dietro alle scelte economiche di Renzi c'è il suo consigliere Yoram Gutgeld. È lui l'ispiratore del bonus di 80 euro, convinto che sia importante per ridare fiducia agli italiani. Stando alle ultime notizie, sembra che nel 2018, 15 miliardi di euro di riduzione delle tasse andranno a vantaggio di Irpef e pensionati. Gutgeld spiega che "ci stiamo lavorando" e che "la riduzione sarà equa, oltre che molto significativa". Resta da scoprire se dagli annunci si passerà all'azione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il